Natale 2020. Shopping prefestivo: come e quando sarà possibile farlo

Natale 2020. Lo shopping prefestivo sarebbe in bilico. La speranza è che possa essere effettuato per risollevare la situazione economica. Scopriamo come

Natale
Natale – GettyImages

É bene metterselo in testa fin da ora e non avere aspettative: il Natale 2020 non sarà la festa a cui siamo abituati. Dovremo farci guidare dal buonsenso e capire che non è possibile rischiare di vanificare i sacrifici fatti fino ad ora.

Il DPCM attualmente in atto (che sarà in vigore fino al 3 dicembre prossimo) è volto proprio ad abbassare la curva epidemiologica e a concederci un attimo di respiro. La domanda che tutti si stanno facendo al momento è: dobbiamo dimenticarci lo scambio di regali sotto l’albero? In realtà, il governo sta studiando una serie di manovre volte a salvare lo shopping natalizio.

Leggi anche —> Torino, negazionisti rincorrono e aggrediscono infermieri sull’ambulanza

Natale 2020. Quando e per quanto tempo potremo comprare i regali

Natale
Natale – GettyImages

Le settimane che precedono la festività sono storicamente un periodo economicamente molto fruttuoso, soprattutto per i piccoli commercianti che quest’anno come non mai, hanno bisogno di vedere le loro casse rimpinguarsi. Secondo Coldiretti, gli italiani nel 2019 hanno speso 5,1 miliardi di euro per i presenti da regalare ad amici e parenti a Natale. L’ipotesi che si fa strada sempre di più è che sarà consentito fare spese “alla vecchia maniera” per una finestra temporale di 10 – 15 giorni.

Saracinesche aperte quindi a dicembre, sia nelle zone rosse che in quelle arancioni. Non saranno solo gli esercizi commerciali a riaccendere i motori. Anche a bar e ristoranti sarà consentito riprendere l’attività usuale, non solo con asporto e domicilio, ma anche con il servizio al tavolo, almeno fino alle ore 18.

Nel frattempo il premier Giuseppe Conte invita il paese a considerare fin da subito l’idea di passare un Natale in maniera più sobria. “Senza veglioni, cenoni, abbracci e baci con amici e parenti. Altrimenti pagheremo tutto questo a gennaio, con un incremento dei decessi”.

Leggi anche —> Bollettino del 20 novembre: i numeri dell’epidemia in Italia

Regali di Natale
Regali di Natale (Daria-Yakovleva – Pixabay)

Da più fronti, inoltre, si avverte l’appello di considerare l’idea di non comprare i regali dai big dell’e-commerce online e i dai grandi marchi ma di spendere nei piccoli negozi di quartiere e gli artigiani.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.