Nonna sente uno strano odore nella camera del nipote. La scoperta

Una nonna della provincia di Firenze è stata allarmate da uno strado odore proveniente dalla camera del nipote. Ha fatto una scoperta sconcertante

nonna
armadio – pixabay

Un’anziana signora della provincia di Firenze è stata allarmata da un odore forte e persistente che avvertiva nella propria abitazione. La donna aveva come ospite a casa il nipote; si è resa presto conto che la puzza insopportabile proveniva proprio dalla camera del giovane, più precisamente dal suo armadio.

Se state pensando a calzini sporchi o qualcosa di simile, dovrete ricredervi. Il ragazzo, forse convinto che la nonna non percepisse bene gli odori e convinto di farla franca, ha organizzato un atto decisamente illegale proprio sotto gli occhi dell’anziana donna. Insospettita dal continuo via vai dalla camera e decisa a mettere luce su ciò che stava capitando sotto il suo tetto, la nonna ha aperto finalmente questo misterioso armadio.

Leggi anche >>> MICHAEL JACKSON. TUTTA LA VERITÀ DALLA PAROLE DI UNA LEGGENDA DELLA MUSICA

Nonna sente uno strano odore: di cosa si trattava

Nonna
marijuana – GettyImages

La scoperta che ne è conseguita l’ha lasciata decisamente di sasso e delusa soprattutto dalle azioni del nipote. Sicuramente non si sarebbe mai aspettata che proprio lui potesse essere capace di un atto del genere. Il giovane, infatti, aveva creato una piccola coltivazione di piantine di marijuana, nascosta nella sua stanza. Il progetto illegale era ben costruito, con tanto di sistema di irrigazione, riscaldamento e illuminazione.

Leggi anche >>> BILL GATES. LE SUE PREVISIONI POST COVID. COME CAMBIERÀ IL MONDO

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

La nonna non si è lasciata andare a sentimentalismi e ha chiamato il 112. Sì, ha denunciato il ragazzo per l’attività criminale che stava svolgendo proprio sotto il suo naso. Ha mostrato ai carabinieri l’oggetto del reato, i quali hanno sequestrato tutto. Per il ragazzo è scattata una denuncia. Alla nonna è stato chiesto perché lo abbia fatto. La sua risposta è stata: “Non volevo punirlo, bensì proteggerlo da se stesso”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Impostazioni privacy