Usa, parte un colpo di pistola mentre giocano a Guardie e ladri: muore ragazzo 16enne

Un ragazzo di 16 anni è morto a Salt Lake City, negli Usa, dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola partito mentre giocava con degli amici a “Guardie e ladri”.

Usa ragazzo guardie e ladri
Polizia statunitense (Getty Images)

Si è trasformato in tragedia un gioco tra amici che, mentre erano in casa, avevano deciso di cimentarsi a Guardie e ladri. Uno dei partecipanti, un ragazzo di 18 anni, avrebbe estratto una pistola vera e, credendola scarica, avrebbe premuto il grilletto uccidendo un amico di soli 16 anni. La drammatica vicenda si è consumata sabato scorso a Salt Lake City, cittadina dello Utah, negli Stati Uniti. Presso l’abitazione sono arrivati i paramedici che hanno provato a rianimare il giovane raggiunto dal proiettile che, purtroppo, è deceduto poco dopo. Il 18enne dovrà adesso rispondere di omicidio colposo.

Leggi anche —> Usa, accoltellamento in una chiesa: due morti e diversi feriti gravi

Usa, parte un colpo mentre giocano a Guardie e ladri: muore un ragazzo di 18 anni davanti ai suoi amici

Scena del crimine
(Getty Images)

Un ragazzo di soli 16 anni è morto sabato scorso in un’abitazione di Salt Lake City, negli Usa, dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola. Secondo la ricostruzione della polizia, riportata dalla stampa locale e dalla redazione di Metro.uk, la vittima, Roman Karpunin, si trovava insieme ad un gruppo di amici che avevano deciso di giocare a guardia e Guardie e ladri. Durante il gioco, uno dei componenti del gruppo, un 18enne, avrebbe impugnato una pistola vera e, credendola scarica, avrebbe premuto il grilletto uccidendo l’amico.

Un vicino di casa, sentendo il rumore dello sparo, ha avvertito le forze dell’ordine ed i soccorsi che si sono precipitati presso la casa teatro della tragedia. I paramedici hanno provato a rianimare a lungo la vittima, ma purtroppo tutti gli sforzi si sono rivelati vani ed il personale sanitario ha dichiarato sul posto il decesso.

La polizia ha arrestato il 18enne che è stato trasferito presso il carcere di Salt Lake City, poi rilasciato su cauzione con l’accusa di omicidio colposo. Secondo le autorità, difatti, si è trattato di un tragico errore del giovane che avrebbe agito con negligenza. Gli altri adolescenti presenti al momento della tragedia, sono stati interrogati e successivamente scagionati.

Leggi anche —> Russia, gruppo di amici beve igienizzante per mani: sette morti e due in coma

Polizia statunitense
(Getty Images)

Dagli accertamenti delle forze dell’ordine è emerso, inoltre, come riporta Metro.uk, che i giovani presenti nell’abitazione, avevano bevuto alcolici e fumato marijuana. Non è ancora chiaro a chi appartenesse la pistola che il 18enne avrebbe impugnato durante il gioco.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.