Audio bollenti al posto delle canzoni natalizie, scatta la denuncia

A Foggia un gruppo di ragazzi si è divertito a diffondere audio porno al posto delle canzoni natalizie, il comune è già alla ricerca del responsabile

foggia
foto dal web

Qualcuno ha manomesso l’impianto di filodiffusione che ha trasmesso per le strade di Vieste, nel Foggiano, audio bollenti invece di musica natalizia. Secondo una prima ricostruzione si potrebbe trattare di uno scherzo. Per il vicesindaco della città invece è avvenuto un attacco hacker, visto che anche la conferenza in streaming sul futuro del turismo del Gargano è stata disturbata da incursioni via web di persone col passamontagna a suon di parolacce e scritte volgari sullo schermo condiviso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Scontro tra due auto sulla provinciale: politico locale muore in ospedale

Foggia: audio porno per tutta la città, cosa è successo?

foggia polizia
getty images

Un evento inaspettato ha meravigliato l’intera città di Vieste, quando al posto delle canzoni natalizie sono iniziati audio porno. Immediatamente il vicesindaco e assessore Rossella Falcone ha chiarito sul suo profilo Facebook che il Comune sporgerà le dovute denunce per individuare i responsabili di queste azioni poco consone. Per la massa si è trattato di uno scherzo da parte di qualche ragazzo. Un gruppo di giovani si è divertito a manipolare l’impianto di filodiffusione, installato lungo le vie del paese. La comunità di Foggia e soprattutto il vicesindaco sono dispiaciuti per quanto è successo: “Sono rammaricata dal fatto che – spiega Falcone – dei ragazzi si divertano nel rovinare l’atmosfera natalizia ricreata per i nostri bambini in questo momento già difficile”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

polizia foggia
getty images

Intanto, secondo quanto riferisce Repubblica, i video delle luminarie natalizie di Vieste con gli audio porno che fanno da sottofondo sono subito diventati virali. Saranno gli agenti di polizia ad aprire un’indagine su quanto è accaduto. Per il momento è scattata la denuncia da parte del comune che si estranea dai fatti.