Atroce omicidio: la madre della vittima riesce a catturare gli assassini

Dopo una lunga battaglia, la donna è riuscita a catturare tutti gli assassini di sua figlia, brutalmente uccisa 6 anni fa.

Ambulanza Messico
Ambulanza Messico – (Getty Images)

La signora Miriam Rodriguez ha cercato a lungo i responsabili della morte di sua figlia, Karen. La sua battaglia è durata ben tre anni. Tre anni durante i quali la donna è riuscita a indagare e a raccogliere numerosi indizi sull’identità dei killer. Rodriguez ha pedinato i criminali anche attraverso i social networks, cercando i loro profili su Facebook e interrogando i passanti. La signora messicana si è persino camuffata per inseguire i criminali senza poter essere riconosciuta.

L’impegno della madre disperata ha avuto l’esito sperato: Miriam è riuscita a catturare quasi l’intera banda responsabile dell’omicidio della figlia di soli 20 anni. Secondo quanto riporta il New York Times, tutto è iniziato nel 2014, a San Fernando, città dove viveva la famiglia Rodriguez. La zona stava attraversando un periodo molto critico: la banda Zetas, ex ala armata del The Gulf Carter, una pericolosa organizzazione criminale del Messico, in guerra con i suoi ex leader, aveva ultimamente dato luogo a numerose sparizioni per finanziarsi attraverso i riscatti.

LEGGI ANCHE >>> Il killer ammette di aver commesso un omicidio atroce

Miriam riesce a catturare dieci persone: uccisa per vendetta dei The Gulf Carter

Droga
Droga (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Addetto ai bagagli picchia a morte l’hostess della British Airways

Luis, il figlio maggiore, è riuscito a fuggire dal pericolo, abbandonando temporaneamente la città di San Fernando. Karen, invece, è stata attaccata dai criminali in casa, mentre sua madre era fuori per lavoro. Tuttavia, l’inaspettato arrivo di un meccanico ha provocato la fuga della banda. Nonostante i riscatti saldati, Karen non è più tornata a casa. La famiglia ha cercato di fare il possibile per riaverla indietro, seguendo alla lettera le istruzioni dei criminali.

La madre, che ricordava bene il nome (“Sama”) di un assassino, non si è mai persa d’animo e ha iniziato a ricercare i pericolosi trafficanti di droga. Sama è stato localizzato dalla donna e in seguito arrestato dalla polizia. L’uomo ha rivelato i nomi degli altri membri del gruppo criminale: tra questi, un 18enne ha condotto la donna nel luogo in cui venivano sepolte le ossa delle vittime. In quel luogo la donna trovò un femore appartenente a Karen. La determinazione della madre è inarrestabile. In tre anni la donna ha avuto un ruolo considerevole nell’ambito investigativo: ha facilitato l’arresto di almeno dieci persone.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

colpo di pistola
Colpo di pistola (Getty Images)

Nel 2017, durante la festa della mamma, la donna è stata uccisa a colpi d’arma da fuoco davanti a casa sua. A San Fernando, la signora Rodriguez è diventata un simbolo: una targa di bronzo è stata posta al centro della piazza in suo onore.

Fonte: Cnews