Covid e bambini, uno studio ha fatto emergere un nuovo sintomo neurologico

Covid, un studio condotto sui bambini ha portato alla luce un sintomo neurologico mai considerato prima: la ricerca di un team di esperti

Covid
Covid (Getty Images)

Gli scienziati dell’Università di Manchester e del Royal Manchester Children’s Hospital hanno portato alla luce un nuovo sintomo, procurato dal Covid-19. Quest’ultimo, secondo le ricerche, è stato riscontrato nei bambini, e consiste in un danno neurologico estremamente raro: la paralisi. Nonostante fossero già note le ripercussioni dell’epidemia sulla sfera neurologica, la scoperta a cui sono pervenuti i ricercatori è di estrema utilità.
E’ importante riconoscere che la Covid-19 potrebbe essere una possibile diagnosi, anche se questi bambini non mostrano i classici sintomi respiratori del virus“: queste le parole degli esperti.

LEGGI ANCHE —> Covid, spostamenti più stringenti: cambiano le regole dal 20 dicembre

Covid, scoperto un nuovo sintomo neurologico nei bambini

Covid, studio sui bambini
Covid, studio sui bambini (Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Covid e salute mentale: infermiere si suicida nel bagno dell’ospedale

Oltre ai classici sintomi associati al Covid-19, tra cui febbre, tosse secca e difficoltà respiratorie, le ricerche degli scienziati di Manchester hanno fornito ulteriori dettagli. Lo studio, condotto su 38 bambini di 8 nazionalità differenti, ha portato alla luce l’insorgenza di complicanze cerebrali.

In particolare, una volta effettuata la risonanza magnetica, ai bambini venivano diagnosticate disfunzioni cognitive e lesioni al midollo spinale. Il danno neurologico, tuttavia, non è risultato particolarmente grave per la salute dei più piccoli. La maggior parte di loro, infatti, è attualmente in via di guarigione o già guarita.

Tuttavia, quattro fra i 38 bambini non ce l’hanno fatta, per via della concomitante manifestazione di malattie come la tubercolosi e lo stafilococco. Inoltre, due di essi sono andati incontro alla paralisi, successivamente all’aggressione del midollo spinale da parte del virus.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter  

Covid
Covid (Getty Images)

Il tasso d’incidenza dei suddetti problemi neurologici, tuttavia, non sembra essere particolarmente elevato. Stavros Stivaros, professore dell’Università di Manchester, ha parlato di una percentuale molto bassa, la quale potrebbe però rivelarsi utile nella diagnosi del virus.