Vaccino anti-Covid: a chi e quando verrà somministrata la prima dose in Italia

In Italia, il 27 dicembre verrà somministrato il vaccino contro il Covid-19: la prima ad essere vaccinata sarà un’infermiera.

Vaccino Covid Italia Spallanzani
(Getty Images)

Il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dalla Pfizer-BioNTech ha ricevuto il via libera dell’Ema e sarà il primo a poter essere utilizzato nell’Unione Europea. In seguito all’autorizzazione, le prime dosi destinate all’Italia arriveranno all’istituto Spallanzani di Roma il 26 dicembre ed il giorno seguente inizieranno le prime vaccinazioni. Le prima persone a cui verrà somministrato il farmaco saranno un’infermiera dell’ospedale, un operatore socio sanitario, una ricercatrice e due medici.

Leggi anche —> Covid-19: l’enigma della nuova variante del virus

Vaccino anti-Covid, 26 dicembre le prime somministrazioni: ad iniziare sarà un’infermiera

Coronavirus
(Getty Images)

Leggi anche —> Covid, donna positiva alla variante inglese: in isolamento contatti stretti e familiari

Dopo mesi di studi e ricerche sembra tutto pronto per l’inizio della campagna di vaccinazione contro il coronavirus in Italia. Le prime dosi, come riporta la redazione de Il Fatto Quotidiano, arriveranno nel nostro Paese il 26 dicembre presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. Il giorno successivo verranno somministrate le prime dosi del farmaco. In Italia, come già accaduto negli Stati Uniti, la prima ad essere vaccinata sarà un’infermiera. Il 27 dicembre ad altre quattro persone verrà somministrato il vaccino: un operatore socio sanitario, una ricercatrice e due medici.

Dopo quello che è stato ribattezzato come il V-Day, inizierà la distribuzione simbolica delle prime dosi, che saranno 9.750 in totale, in tutto il Paese. Una notizia che rincuora dopo quella arrivata ieri con l’approvazione da parte dell’Ema (European Medicines Agency) del vaccino sviluppato da Pfizer.

Il 27 dicembre non inizierà solo in Italia la vaccinazione, ma contemporaneamente in tutti gli stati dell’Unione Europea. Dopo la distribuzione delle prime dosi arriveranno quelle successive ed in previsione, secondo quanto affermato dal commissario straordinario Domenico Arcuri, come riporta Il Fatto Quotidiano, se tutto andrà per il verso giusto, entro il prossimo autunno tutti gli italiani che vorranno potranno essere vaccinati.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Vaccino Pfizer Gran Bretagna approvazione
Vaccino Pfizer (Getty Images)

A ricevere per primi il farmaco saranno gli operatori sanitari, il personale e gli ospiti delle Rsa, i soggetti a rischio e le forze dell’ordine e successivamente le altre categorie.