Ylenia Carrisi. Chi è il Guru che si trovava con lei a New Orleans

Ylenia Carrisi. La scomparsa della primogenita di Romina Power e Al Bano rimane ancora oggi uno dei misteri più inspiegabili dagli anni ’90

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower)

Tra pochi giorni ricorrerà il 27° anniversario della scomparsa di Ylenia Carrisi. Era infatti il 31 dicembre del 1993 quando venne comunicato dalle autorità di New Orleans che non c’erano più tracce della ragazza. Da quel momento mille ipotesi, congetture, bugie e nessuna certezza.

Sul destino di Ylenia si sono scritti fiumi di parole. La famiglia non si è data pace. Al Bano, stanco delle indiscrezioni, ha voluto mettere una pietra sopra alla vicenda, facendo istanza di dichiarazione di morte presunta della figlia al tribunale di Brindisi nel 2013. La madre, Romina Power, non ha mai smesso di cercare e sperare definendosi profondamente amareggiata a causa di questa decisione dell’ex marito.

Ogni tanto spunta fuori qualche novità sulla vicenda che riaccende poche speranze.

Leggi anche —>>> Clamoroso, l’indiscrezione su Ilary Blasi è ormai ufficiale

Ylenia Carrisi. L’ombra sulla figura di Alexander Masekala

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower)

LEGGI ANCHE -> Selvaggia Roma, anche a Natale punta sulla sensualità. Sauvage nell’ultima FOTO in costume

Già negli anni ’90 si pensò che Ylenia non fosse morta e che si fosse allontanata volontariamente rifiutando quel mondo platinato di cui la sua famiglia faceva parte non sentendolo suo. Il dito venne puntato all’inizio contro Alexander Masekala, suo guru, con il quale condivideva la stanza del LeDale Hotel a New Orleans.

A quanto pare lui è stato l’ultima persona a vedere Ylenia ma non denunciò mai la sparizione della ragazza. Dichiarò che avevano dormito in letti separati e che non consumarono rapporti sessuali per via del rifiuto della giovane italiana. Lei sembrava comunque affascinata da lui, lo chiamava guru e maestro, capace di aprirle nuovi orizzonti spirituali. Masakela aveva precedentemente subito accuse per droga e abusi sessuali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower)

Ylenia fu vista l’ultima volta in hotel il 6 gennaio 1994; uscì verso mezzogiorno non portando con sè i suoi effetti personali (zaino, passaporto, macchina fotografica, vestiti). Masakela invece rimase nell’abergo fino al 14 gennaio. Tentò di saldare il conto con gli assegni turistici della ragazza e dopo poche settimane venne denunciato per stupro da un’altra donna. Queste vicende fecero scattare le indagini della polizia che, però, dovette rilasciarlo per assenza di prove.