Tragedia di Figline Valdarno, i figli suicidi dopo la morte della mamma

Tragico epilogo per la tragedia di Figline Valdarno: la mamma morta di cancro ed i suoi due figli si sono tolti la vita  

Tragedia di Figline Valdarno
Polizia scientifica (Gettyimages)

Si è giunti all’epilogo per la tragedia di Figline Valdarno, nel Fiorentino, dove nella mattinata di ieri erano stati trovati tre cadaveri, in avanzato stato di decomposizione, in un appartamento in una palazzina del centro. La mamma 77enne e di suoi due figli non si vedevano da un po’ e dal loro appartamento arrivava un cattivo odore, così i vicini hanno chiesto ai vigili del fuoco di intervenire.

I figli della signora si erano trasferiti nel paese del Fiorentino per stare vicino alla loro mamma che stava seguendo le cure oncologiche. Luigia Teresa Etteri, la 77enne che nonostante la malattia portava bene i suoi anni, è morta nel suo letto stremata dal tumore, mentre i suoi due figli si sarebbero uccisi per non aver retto alla morte della loro amata mamma. Li hanno trovati tutti e tre nel letto, morti almeno da un mese e mezzo.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, Massimo Giovannella Del Bianco di 51 anni e sua sorella Francesca, di 46, si sarebbero tolti la vita assumendo prima dei farmaci che li hanno storditi e poi si sarebbero inferti dei colpi di coltello ad una lama sola che è stata sequestrata.

LEGGI ANCHE –>  Travolto e ucciso da un treno sui binari: un uomo perde la vita

Tragedia di Figline Valdarno, una famiglia riservata

Carabinieri
Carabinieri (GettyImages)

LEGGI ANCHE –>  Giallo di Natale, i familiari indagati affermano: “Ladro entrato dalla finestra”

Ancora la dinamica del fatto non è chiara. Bisognerà capire se si è trattato di un omicidio-suicidio con il fratello che uccide prima sua sorella e poi si colpisce per chiudere la partita. A queste domande potrà rispondere solo l’autopsia e gli esiti di altri rilievi disposti dal magistrato di turno Gianni Tei.

Su di loro in paese non si sapeva moltissimo. La 77enne vi si era trasferita proprio per seguire le cure oncologiche. La casa dove abitava, infatti, si trovava a pochi metri dall’ospedale Serristori e neanche Fiorenze risultava difficile raggiungere per altri esami.

La donna sempre cortese in paese alcune volte aveva raccontato di essere emigrata in Venezuela per poi fare ritorno nel 2018. Suo figlio, invece, era tornato prima, nel 2008.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Tragedia di Figline Valdarno
Polizia scientifica (Gettyimages)

Su di loro non si sapeva poco o nulla, molto discreti e riservati, tanto che alcuni vicini credevano addirittura che si fossero trasferiti.