Sparatoria: morto un 16enne e altri quattro feriti, in totale 4 minorenni

ll violento scontro a fuoco ha provocato la morte di un adolescente. Le vittime della sparatoria sono quasi tutti minorenni.

Serata drammatica nel nord di Bordeaux. Un adolescente di 16 anni è stato ucciso mentre altri quattro giovani sono rimasti feriti, ieri, sabato 2 gennaio. Innescato secondo circostanze e cause ancora ignote agli agenti locali, lo scontro a fuoco è avvenuto intorno alle 23 nel distretto di Aubiers, due ore dopo l’inizio del coprifuoco. Secondo le dichiarazioni delle fonti giudiziarie, il quartiere in questione è stato più volte teatro di incidenti simili: il più recente, alla vigilia di Capodanno. Citando le informazioni dell’Ouest-France, AFP conferma la notizia: tramite un comunicato diffuso questa domenica pomeriggio, il procuratore della Repubblica di Bordeaux, Frédérique Porterie, ha ripercorso dettagliatamente le dinamiche dei fatti.

LEGGI ANCHE >>> Lisa Montgomery, unica donna condannata a morte: confermata l’esecuzione

Il bilancio della sparatoria: un morto e altri quattro feriti

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Covid, figli positivi rifiutano la mascherina: madre perde la testa e li picchia

Secondo quanto riportano i notiziari francesi, un ragazzo di 16 anni è morto dopo essere stato colpito da un proiettile sparato da un automobile in corsa. L’adolescente riportava una profonda lacerazione alla colonna cervicale. Trasferito d’urgenza al pronto soccorso, il giovane è stato dichiarato morto dal personale medico. Riguardo alle altre vittime, Cnews riferisce che uno di loro ha subito una ferita da arma da fuoco all’altezza del bicipite e della scapola. Un altro riportava ferite da arma da fuoco sotto il cuore; mentre le lesioni del terzo erano localizzate sul ginocchio sinistro. La quarta vittima, un uomo di circa 35 anni, si è presentata alla Clinica Bordeaux Nord con una ferita al polpaccio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Le indagini sono aperte e gli agenti locali stanno analizzando i video per risalire al veicolo e all’identità dei responsabili della strage.

Fonte: Agence France Presse