Cambiamento climatico, delfini a rischio: colpiti da una malattia letale 

Delfini a rischio, una malattia letale li starebbe aggredendo: tutta colpa del cambiamento climatico.

Delfini malattia letale pelle
Delfini (Getty Images)

Il cambiamento climatico è ormai un fenomeno inarrestabile. L’uomo piuttosto che cercare di rallentarne gli effetti, piuttosto parrebbe accelerarli. Come? Non curandosi dello stato di salute delle acque, ma anzi proseguendo con sversamenti, inquinando l’aria e producendo tonnellate di rifiuti non smaltibili. Un effetto a catena che si riversa poi sul mondo vegetale ed animale.

In particolare, a causa del cambiamento climatico pare che i delfini abbiano iniziato ad essere colpiti da una malattia letale che non gli lascerebbe scampo.

Leggi anche —> Cambiamento climatico, 2020 dal meteo estremo: cosa è accaduto

Cambiamento climatico, delfini a rischio: scoperta malattia letale

Ghiacciai
Ghiacciai (Getty Images)

Leggi anche —> Chirocefalo del Marchesoni, il crostaceo preistorico a rischio estinzione

La pelle dei delfini, entrando a contatto con acqua dai livelli di salinità non adeguati, favorirebbe la formazione di alcune piaghe. All’interno di esse si creerebbero delle colonie di funghi e batteri letali. A riportare la notizia la redazione del The Guardian che riferisce di uno studio specifico effettuato sui mammiferi, pubblicato sullo Scientific Reports.

Il campione di riferimento, su cui sono state rinvenute le piaghe tipiche della malattia assimilabili a gravi ustioni, è stato selezionato da diverse parti del mondo, USA, America Latina ed Oceania. La patologia comporterebbe non soltanto l’insorgenza dell’escoriazione cutanea ma arrecherebbe ai delfini anche intenso dolore.

A causarlo, come anticipato, il global warming accelerato dalle attività dell’uomo che andrebbe ad incidere sull’ecosistema marino. Ma come? Sciogliendosi i ghiacciai, tutta quell’acqua dolce si riverserebbe negli oceani abbassandone la salinità. Questo cagionerebbe nelle povere creature le lesioni.

Un fenomeno non di nuova scoperta, considerato che già 15 anni fa in un lago americano si erano registrati alcuni casi. Cosi come poco prima del 2010 era avvenuto in Australia.

Uno dei coordinatori dello studio, professore di veterinaria all’Università di Perth riferisce che la pelle dei delfini è delicata tanto quanto quella dell’uomo. Un cambiamento così drastico delle condizioni dell’ambiente che li circonda determina, quindi, l’insorgenza delle lesioni che spesso arrivano a ricoprire quasi la totalità del loro corpo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Delfini
(Getty Images)

I delfini, quindi, a causa di questa malattia e della sua aggressività delle volte non sopravvivono a causa del propagarsi repentino delle lesioni.