Giappone: la nuova variante brasiliana annullerà le Olimpiadi?

Quest’anno, le Olimpiadi di Tokyo dovrebbero svolgersi nel mese di luglio, dopo il previo rinvio di un anno.

Una nuova minaccia incombe sulle Olimpiadi di Tokyo, già slittate di un anno a causa dell’emergenza coronavirus. La scoperta della variante brasiliana in Giappone ha messo in discussione l’intera organizzazione dei Giochi Olimpici, pianificata per la sua normale esecuzione durante la stagione estiva del 2021. Nonostante il Giappone abbia riannunciato lo stato di emergenza, questo martedì, 12 gennaio, il direttore generale del comitato organizzatore è intervenuto per rassicurare l’opinione pubblica. Secondo i diversi media giapponesi, il comitato organizzatore giapponese si incontrerà con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) questo febbraio per discutere definitivamente il destino delle Olimpiadi. Queste sarebbero tuttavia informazioni false, smentite dall’ex governatore della banca e Direttore Generale delle Olimpiadi di Tokyo Toshiro Muto.

LEGGI ANCHE >>> Emergenza coronavirus: la terza variante rilevata in Giappone

I motivi della potenziale cancellazione dei Giochi Olimpici: la nuova variante brasiliana

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “F*ck Black Lives Matter”: i pro-Trump picchiano una donna di colore

Cnews riferisce che il 35% dei Giapponesi è favorevole alla cancellazione dei Giochi Olimpici del 2021. La preoccupazione di un rinvio o di una cancellazione è esito di un sondaggio pubblicato domenica scorsa, 10 gennaio. Il documento mostra la resistenza dei cittadini giapponesi all’eliminazione delle Olimpiadi. Nell’ultimo sondaggio effettuato dell’agenzia di stampa Kyodo, il 45% degli intervistati voleva che i Giochi venissero posticipati una seconda volta e il 35% ha dichiarato di essere a favore della cancellazione totale per quest’anno.

Il motivo ovviamente risiede nel forte aumento locale dei casi di infezione virale a causa del contagio da coronavirus, per non parlare della neonata variante brasiliana appena individuata in Giappone. In tali condizioni, la scorsa settimana il Paese ha annunciato ancora una volta lo stato di emergenza a Tokyo e nelle regioni limitrofe della capitale, rafforzando lo scetticismo dell’opinione pubblica nei confronti delle Olimpiadi. Tuttavia, Toshiro Muto, cerca rasserenare l’intero paese, dichiarando che affinché abbiano luogo, le olimpiadi devono assicurare competizioni sicure e con relative misure di prevenzione del virus.”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Il Giappone inizierà la campagna vaccinale verso la fine di febbraio. I notiziari locali riferiscono inoltre che il primo ministro Yoshihide Suga e il miliardario americano Bill Gates si sono incontrati martedì per accordarsi sui metodi di promozione del vaccino anche nei paesi emergenti, soprattutto in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2021.

Fonte Cnews