Foto di una bimba morta di leucemia usate per una truffa: la reazione del padre

Alcune foto di Elisa Pardini, la bimba morta mesi fa per una rarissima leucemia, sono state pubblicate su internet associate ad una raccolta fondi.

Truffa foto bambina morta leucemia Elisa Pardini
(Gerd Altmann – Pixabay)

Il padre di una bambina di sei anni, deceduta ad aprile dopo essere stata colpita da una leucemia, ha deciso di sporgere denuncia dopo che alcune foto della figlia sono apparse recentemente sui social. L’uomo attraverso un post ha raccontato che qualcuno avrebbe postato la foto della bimba allegandola ad una raccolta fondi in cui si richiede del denaro per aiutare quest’ultima a sconfiggere la grave patologia che l’ha colpita.

Leggi anche —> Tragedia per Lili Luo: lei e sua figlia non ce l’hanno fatta

Pordenone, utilizzano le foto di una bambina morta di leucemia per raccogliere fondi: la denuncia del padre

Donna covid parto morta Usa
(Cezary Paweł – Pixabay)

Leggi anche —> Spopola una nuova forma di truffa, le vittime predilette sono gli anziani

Sono migliaia, forse milioni le truffe che circolano sul web. A volte, gli autori di questi raggiri non si fanno scrupoli e utilizzano ogni metodo per ingannare gli utenti. È il caso di chi ha utilizzato le foto della piccola Elisa, una bambina di quasi sei anni di Azzano Decimo (Pordenone) deceduta lo scorso aprile dopo essere stata colpita da una leucemia. A raccontarlo è il padre della bambina, Fabio Pardini che sul proprio profilo Facebook ha reso noto quanto accaduto. “Fate attenzione – ha scritto Fabio- non donate soldi a queste persone. Stanno cercando di utilizzare l’immagine della mia cara Elisa, scomparsa l’anno scorso, per guadagnare denaro

Il post si conclude con l’appello dell’uomo che chiede la condivisione del messaggio in modo da poter fermare chi ha messo in atto questo truffa. Le immagini di Elisa sono state, difatti, allegate ad una presunta raccolta fondi per aiutare la piccola a sconfiggere la malattia, nonostante la bimba abbia già perso la sua battaglia ad aprile dopo aver lottato per diversi anni ed essere stata sottoposta a due trapianti di midollo.

Per questa ragione, Pardini, come riporta la redazione de Il Gazzettino, ha deciso di sporgere denuncia alle autorità competenti.

Il cuore della piccola Elisa si è fermato lo scorso 9 aprile all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, dove si trovava ricoverata da tempo seguita dal professor Franco Locatelli. Dopo la diagnosi della rarissima leucemia, la bimba venne sottoposta al primo trapianto nel 2018, ma senza esito, ed al secondo l’anno seguente.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Pay attention, don’t donate any money to these people!! I would appreciate if you could share this post!! Thank you very…

Pubblicato da Pardini Fabio Per Elisa su Venerdì 15 gennaio 2021

Prima degli interventi, riporta Il Gazzettino, Elisa fu sottoposta ad una pesante chemioterapia. La dura battaglia è stata documentata e raccontata dai suoi genitori che con coraggio sono stati sempre vicini alla bimba strappata alla vita troppo presto dalla patologia.