L’Eredità: il “grave sbaglio” di Insinna, peggiore sarà il motivo

Il nuovo campione in carica è nei guai: per il conduttore Flavio Insinna un “motivo” sconcertante lo porterà a perdere tutto.

Flavio Insinna eredità sbaglio motivo
Flavio Insinna (Getty Images)

L’ultima puntata de l’Eredità, con al timone il suo fedele conduttore Flavio Insinnaè andata in onda nella serata di ieri. Il nuovo campione in carica Claudio si è messo in gioco orgogliosamente fino alla fatale Ghigliottina. Salito in cima con orgoglio, rispondendo impeccabilmente alla quotidiana serie di quesiti proposti dal conduttore, è poi rimasto basito nella sua conclusione. Claudio è accecato all’improvviso da un raggio luminoso e tornerà a casa con soltanto l’aspro sapore di sconfitta.

Leggi anche —>>> L’Eredita, Flavio Insinna fermato: il motivo che ha spinto la Rai

Flavio Insinna a Claudio sul “motivo” della sconfitta

Potrebbe interessarti anche —>>> Flavio Insinna, l’inattesa rivelazione prima di diventare famoso

A spiegare la motivazione della sua mancata vittoria, sarà proprio la stessa parola chiave per avrebbe evitato al campione la triste sorte. Alla proposta di Claudio al conduttore utilizzando la parola “Sole”, da qui l’essere precedentemente accecato dai raggi, Insinna storcerà lievemente il naso e svelerà la soluzione corretta. Così ruotando in conclusione la busta vincente appare con sorpresa la parola “motivo“, un valido motivo per tornare a casa con la coda tra le gambe.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banijay Italia (@banijayitalia)

Ma nonostante quest’ultima sconfitta pare che il campione non si stia dando per vinto pretendendo la sua rivincita. Tra poche ore inizierà il nuovo appuntamento serale con il programma ed i telespettatori scopriranno se Claudio stavolta sarà all’altezza delle loro aspettative. Sarà pronto a portare a casa non più il sapore della sconfitta quanto quello di un meritato montepremi?