Lecce, litiga con il cugino poi lo invita per chiarire ma gli spara, arrestato

Lecce, litiga con il cugino e poi lo invita per un chiarimento ma è un’imboscata e gli spara: arrestato 55enne

Polizia
Polizia (mino21 – AdobeStock)

La lite tra i due cugini pregiudicati è iniziata nel corso della mattinata nella giornata di ieri, sembra per ragioni sentimentali, poi sfociata ulteriormente in Piazza Libertini a Lecce, dove si sarebbero azzuffati. Subentra l’invito di uno dei due al chiarimento, nella propria abitazione, che si trasforma in un’imboscata. Ad accoglierlo in strada il parente che impugna un’arma da fuoco. Sfiorato l’omicidio.

Leggi anche —> Omicidio all’interno di un’abitazione: donna uccisa a coltellate

Lo svolgimento dell’accaduto

Polizia
Polizia (Getty Images)

Leggi anche —> Ragazza recuperata dalle acque del lago: tragico epilogo

La vittima di 42 anni si è rivolta alla Questura in seguito all’aggressione, intorno alle 13:00. Ha denunciato l’accaduto che sembrerebbe causato da nervosismi pregressi relativi a una terza persona, una 44enne di origine brasiliana. Le ragioni del tentato omicidio infatti potrebbero essere di natura sentimentale.

Partono le indagini della Squadra Mobile, sotto la guida del vicequestore Alessandro Albini, fino a constatare l’intervento di una volante già alle 8:30, per sedare la lite che coinvolgeva i due cugini e la donna.

I contrasti sono proseguiti attraverso telefonate e messaggi, fino ad azzuffarsi in Piazza Libertini, dove si erano dati appuntamento in un bar. L’aggressore, Silvio Allegro di 55 anni, con la scusa del chiarimento, attua un’imboscata nei confronti del cugino e lo invita al proprio domicilio.

Quest’ultimo, ignaro delle sue intenzioni, si dirige verso l’abitazione quando incontra in strada il parente che impugna un revolver. Spara nella sua direzione, tanto che un proiettile sfonda il parabrezza per conficcarsi nel cruscotto, sfiorando la tragedia.

Appurato lo svolgimento dei fatti, le forze dell’ordine hanno convocato l’aggressore, il quale non sorpreso, confessa il luogo dove ha nascosto l’arma, detenuta illegalmente.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Polizia
Polizia (Getty Images)

Il 54enne possedeva anche una pistola scacciacani modificata al fine di aumentarne la potenza offensiva, emersa durante la perquisizione. Sequestrate le armi e disposto l’arresto per Silvio Allegro, messo ai domiciliari.