Vaccino, Pfizer: “L’Italia avrà le sue fiale anche se ci farà causa”

La casa farmaceutica Pfizer assicura, che all’Italia arriveranno le sue fiale anche se il nostro Paese farà causa. 

pfizer vaccino
(Getty Images)

I tagli avvenuti in Italia non saranno dirottati verso i Paesi che pagano il prezzo più alto, come gli Stati Uniti. A dirlo è l’amministratrice delegata della casa farmaceutica Pfizer. Diverse le polemiche che si erano susseguite in queste settimane, dopo i tagli previsti sui vaccini.  L’obiettivo della Pfizer assicura la finlandese Päivi Kerkola è quello di garantire per le persone in tutto il mondo un accesso equo e sostenibile ai vaccini Covid-19.

LEGGI ANCHE — Covid, pronta la diffida contro Pfizer per i tagli ai vaccini

La casa Pfizer rispetterà i contratti e in Italia i vaccini  arriveranno

vaccino Pfizrer (gettyimages)

LEGGI ANCHE — Vaccino anti-Covid, UE sbotta sui ritardi e avanza una richiesta alla AstraZeneca

Pfizer rispetterà i contratti e i vaccini arriveranno. E’ questa la rassicurazione da parte dell’amministratrice delegata di Pfizer Italia la finlandese Päivi Kerkola. Una diminuzione delle dosi del vaccino in Italia c’è stata, ma la casa farmaceutica assicura che già da questa settimana si potrà tornare a una regolare fornitura.

L’amministratrice delegata, intervistata da Repubblica, ha voluto inoltre chiarire che anche davanti ad una ipotetica causa civile o penale, l’Italia avrà le sue fiale. Poi aggiunge: ‘‘Non intendiamo fare speculazioni su questo, ma continueremo a fornire il vaccino come previsto dagli accordi con la Commissione Europea e ad assicurare, inoltre, la fornitura di tutti i nostri farmaci e vaccini per i pazienti che ne hanno bisogno in Italia e negli altri Paesi’‘.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Nuova ordinanza spostamento Regioni, 29 novembre
Vaccino anti-Covid (GettyImages)

Ci sarà quindi un aumento della produzione permettendo così di soddisfare la domanda di dosi a livello globale. Una corsa contro il tempo quindi per la casa farmaceutica, che in un lasso di tempo breve dovrà fornire i vaccini in tutto il mondo. Resterà quindi fondamentale per la Pfizer non compromettere gli standard elevati di sicurezza e qualità.