Gatti randagi: come tenerli a debita distanza, la guida completa

Siete invasi da uno o più gatti randagi e non sapete come rimediare al problema? Ecco una guida completa per tenerli a debita a distanza.

gatti randagi tenerli debita distanza
Un gatto (Getty Images)

Nonostante esistano una miriade di motivi per far si che l’uomo possa avvicinarsi ad un esemplare di felino appartenente alla filosofia della strada, ne esistono altrettanti per far si che si vogliano tenere a debita distanza. Che si tratti di un’allergia, dell’imminente arrivo in casa di un neonato, di un giardino troppo ben curato per essere ridotto in malora, o di un semplice rifiuto verso animali che non si conoscono, ecco qui una semplice guida che può aiutarvi nel vostro intento. Una scorta di pozioni magiche, e soprattutto innocue per la loro salute, pronte per essere usate contro i gatti randagi.

Leggi anche —>>> I gatti riescono a vedere i colori? Come funzionano i loro occhi?

Gatti randagi, come e con cosa tenerli distanti: i consigli

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @musetti_animaletti

Potrebbe interessarti anche —>>> Lavare il proprio gatto senza traumi: la guida veloce per riuscirci!

In primis, il rimedio per eccellenza per tenere lontano i gatti randagi, e dare ugualmente pace alla vostra diffidenza nei confronti dei loro comportamenti, pare che sia rappresentato dagli odori sprigionati dagli agrumi. Basterà dunque spargere alcune bucce dei frutti con costanza lungo i perimetri interessati, e restate pur certi che tali felini eviteranno da quel momento in poi di andare in avanscoperta.

Un’altra soluzione, sempre volta a non nuocere il benessere dell’animale sconosciuto, sarebbe ben rappresentata da alcune piante, che se riporse nei luoghi adatti, diventeranno dei veri e propri repellenti naturali. Le fluorescenze azzurrine della Coleus Canina ad esempio risultato essere più che adatte in questo caso.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @musetti_animaletti

Infine potrebbero essere utilizzati anche altri elementi, ma che mantengono sicuramente un’aggressività maggiore nei confronti di questi esemplari. Fra gli odori più difficili da sopportare per il loro olfatto rientrano infatti quello del pepe e del caffè. Se le prime soluzioni non sono state efficaci potere provare a spargerli entrambi nei punti della casa o del cortile che lo più necessitano.