Bonus casalinghe, cos’è e a chi spetta: tutto quello che c’è da sapere

Bonus Casalinghe, cos’è a chi spetta e come richiederlo: introdotto con il decreto di Agosto si attende l’attuazione.

Euro
(Getty Images)

Con il decreto di Agosto convertito in legge, la n.126 del 13 ottobre 2020 -il quale dovrebbe entrare in vigore quest’anno- è stato previsto il cosiddetto Bonus Casalinghe. Attualmente si attende il decreto attuativo che dovrà essere varato dal Ministro Elena Bonetti della Pari Opportunità e della Famiglia. Ma di cosa si tratta, a chi spetta ed a quanto ammonta?

Leggi anche —> Bonus affitto 2021, ecco le regole per ottenere fino a 1.200 euro

Bonus Casalinghe, di cosa si tratta e come funziona: fondo per la formazione

mollette per il bucato appese ad un filo
Ammorbidente fai da te (Pixabay)

Leggi anche —> Bonus cultura, dal 1° aprile via alle richieste per i 500 euro ai nati nel 2002

In attesa del decreto attuativo, da giorni già si parla del Bonus Casalinghe. Un’agevolazione inserita all’interno del decreto di Agosto, poi convertito in legge. Ma di cosa si tratta? Quali requisiti bisogna possedere per richiederlo? Attualmente, in attesa di ulteriori definizioni, pare che non basta essere solo casalinghe e che quasi certamente ad erogare il bonus – come accaduto già per altri- sarà l’INPS. In realtà non dovrebbe trattarsi di un’erogazione di denaro, ma di altro. Un Fondo istituito per attuare percorsi formativi dal valore di 3 milioni che dal Ministero dell’Economia dovrebbe entrare nel bilancio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un percorso che consentirà di sviluppare competenze tecniche ed agevolerà l’ingresso nel mondo del lavoro.

All’interno del testo normativo si legge che il bonus sarà rivolto a tutti coloro i quali svolgono attività all’interno delle mura domestiche ovviamente senza percepire compensi e che tale lavoro non sia di tipo subordinato. Diritto di prelazione avranno le donne. Quando si parla di “attività” si intendono tutte quelle operazioni che vengono svolte a favore della cura della persona e della casa. Bisogna essere inoltre iscritti all’assicurazione obbligatoria, prevista dalla legge n.493 del 3/12/99.

Come altri bonus, quello destinate alle casalinghe ed i casalinghi è in fase di stallo. Senza il decreto attuativo, purtroppo, resta un Fondo fermo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

bonus 1Irpef
(Getty Images)

Si confida in una prossima e celere approvazione che di certo consentirà a numerosi soggetti di aderire a percorsi in grado di implementare le loro conoscenze e di acquisirne di nuove, soprattutto relativamente al comparto digitale.