Denise Pipitone, il nuovo appello di Piera Maggio: “Liberate mia figlia” – VIDEO

Il caso di Denise Pipitone continua a far discutere, dopo Olesya spuntano nuove testimonianze, l’appello di Piera Maggio

Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazzara Del Vallo a settembre 2004, è una caso irrisolto e come tale ha tanti interrogativi che gli fanno da cornice. Sono passati diciassette anni da quando la piccola è sparita nel nulla, lasciando i suoi genitori nella disperazione più totale. Mai un ricatto, una proposta di riscatto, una telefonata anonima. Chi c’è dietro a questo evento? Per gli esperti la figlia di Piera Maggio, ormai una ragazza, potrebbe essere ancora viva ed è il momento di capire come sono andate realmente le cose.

LEGGI ANCHE>>>Denise Pipitone, parla Piera Maggio: “Ha detto che me l’avrebbe fatta pagare”

Denise Pipitone: la speranza di Piera Maggio

LEGGI ANCHE>>>Denise Pipitone, Piera Maggio a Chi l’ha visto: “Chi sono gli intercettati”

In questi anni sono state diverse le segnalazioni da parte di persone che pensavano di aver visto Denise, ma ogni volta nessuno era la piccola. Qualche settimana fa è venuto fuori il caso di Olesya Rostova, la ragazza russa in cerca della madre biologica. Per molti la giovane aveva le sembianze di Piera Maggio e invece la questione si è risolta con l’ennesimo fallimento. Ma la mamma siciliana non perde la speranza ed oggi dopo tutto questo tempo è pronta a trovare sua figlia, la bambina strappata dalle sue braccia a soli quattro anni. “Sapervi vicini per noi è un onore – scrive sui social – Grazie a tutti”. E poi fa un appello: “Vip e non aiutateci a diffondere la locandina in aiuto a Denise”. La donna ha partecipato anche all’ultima puntata di Chi l’ha visto e anche in quell’occasione ha chiesto giustizia. “Chi sa parli – ha implorato – Fatelo nella forma che più ritenete opportuna ma dite la verità”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Il popolo italiano è ancorato a questa storia, nonostante sia passato tanto tempo tutti ancora pensano a questo ennesimo caso irrisolto e chiedono la verità, anche i vip.