Scomparso sottomarino: 53 persone disperse

Ad annunciarlo è la Marina Militare locale. La sparizione del mezzo navale risale a mercoledì mattina (21 aprile). Avviate le ricerche.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Indonesia.Travel (@indtravel)

Un sottomarino militare indonesiano è scomparso questo mercoledì mattina (21 aprile). La sparizione è stata registrata a nord dell’isola di Bali. Ad annunciarlo è stata la stessa Marina Militare locale, proprietaria del KRI Nanggala-402. I rapporti ufficiali del Ministero della difesa, citati dalla CNN, precisano che il mezzo scomparso è un sottomarino di fabbricazione tedesca. Il suo comandante ha perso i contatti durante un’esercitazione nello stretto di Bali; precisamente nella rotta che collega Giava e l’altra provincia indonesiana percorrendo l’Oceano Indiano e il Mare di Bali. Secondo quanto riferiscono le dichiarazioni rilasciate questo mercoledì sera, proprio nel punto in cui è stata persa la comunicazione è stata individuata una macchia di petrolio. A seguire i dettagli.

LEGGI ANCHE >>> Ragazza di 16 anni uccisa da un poliziotto: la ricostruzione della vicenda

Avviate le attività di ricerca: 53 dispersi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Bambino cade sui binari mentre arriva il treno – VIDEO

I documenti ufficiali del Ministero riferiscono che il giorno della sparizione il mezzo militare stava effettuando un’esercitazione con dei siluri a circa 96 chilometri dalla costa: a bordo vi erano almeno 53 persone. I risultati della pratica non sono mai stati inviati a causa dell’improvvisa perdita dei contatti: la comunicazione con il comandante si è bruscamente persa intorno alle ore 3:00 del mattino locali (19:00 GMT di martedì).

Secondo quanto ha riferito l’ammiraglio della Marina alla CNN Indonesia Julius Widjojono, il sottomarino potrebbe essere sprofondato oltre i 600 o i 700 metri. Le indagini sono state avviate e in merito, il comandante delle forze armate, Hadi Tjahjanto, ha immediatamente chiesto aiuto alle vicine Singapore e all’Australia. La ricerca è sostenuta anche da due navi da guerra indonesiane dotate di sonar a scansione laterale, apparecchi adibiti a scandagliare la morfologia del fondale marino.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Indonesia.Travel (@indtravel)

L’indagine è coordinata dall’International Submarine Escape and Rescue Liaison Office (ISMERLO): l’organizzazione internazionale adibita alla ricerca e al salvataggio dei sottomarini.

Fonte CNN Indonesia