Denise Pipitone: svolta dopo le forti accuse di Piera Maggio in diretta tv – VIDEO

Forti accuse e preziose intercettazioni sul caso di Denise Pipitone: la mamma, Piera Maggio, sulle cattive intenzioni dell’ex…

Durante lo scorso appuntamento serale con il programma in onda su RaiTre, di “Chi L’ha Visto“, la mamma della bimba scomparsa da Mazzara Del Vallo, Piera Maggio, è intervenuta segnando una potente svolta sulle indagini. Rompendo il silenzio a piena voce,  la mamma di Denise Pipitone, parla per la prima volta senza filtri di Anna Crona, l’ex moglie del vero padre della piccola, Pietro Pulizzi. Le dichiarazioni pungenti e rivelatorie innescano con immediatezza una serie di chiarimenti. Sia sul comportamento  contraddittorio della donna che su quello che avrebbero messo in atto le forze dell’ordine in questi lunghi e dolorosi 17 anni di ricerche…

Leggi anche —>>> Gigi D’Alessio, il nuovo amore che funziona e i motivi dell’addio ad Anna

Denise Pipitone, interviene Piera Maggio: le accuse al comportamento di Anna e non solo

Potrebbe interessarti anche —>>> Beppe Grillo, Carlotta Vagnoli a testa alta contro la cultura dello stupro

Prima che la Maggio esponesse la sua versione dei fatti in diretta tv ospitata da Federica Sciarelli, hanno parlato per lei alcune intercettazioni. Mai rese pubbliche prima d’ora. E che metterebbero in luce degli aspetti tenuti all’oscuro fino a questo momento dalle forze dell’ordine. Dopo aver fatto resuscitare la faccenda sulla gelosia di Anna nei confronti di Piera, infatti, tutta questa serie di nefaste coincidenze potrebbe portare alla riapertura del caso di Denise.

A quanto pare le maggiori esponenti della famiglia di Anna, ovvero le sue due figlie Jessica e Alice, avrebbero più volte assunto comportamenti intimidatori e violenti nei confronti di Piera, a quanto pare non accettando la nuova relazione del padre e la nascita di Denise. Delle testimonianze, tra cui proprio quella della sorella di Piera, Giacoma, risulta che sarebbe stata gravemente minacciata dall’ex di Pietro.

Inoltre, pare proprio la Polizia abbia eseguito, dopo il rapimento della piccola, una perquisizione in un luogo differente dalla reale residenza della famiglia. Su cui adesso si poggiano i principali sospetti. Volontario depistaggio? Sarà tutto da chiarire.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Una svolta raccapricciante, dunque, che fonda le sue basi su intercettazioni come: “L’ho messa dentro…“, provenienti dalla famiglia di Anna. E che riguardo reale movente del rapimento punterebbe proprio sulle uniche persone, secondo Piera, che avrebbero avuto una ragione tangibile per mettere in atto il rapimento di Denise.