Tiziana Rivale si racconta a Yeslife: “Fabrizio Frizzi voglio ricordarlo così”

Intervista esclusiva a Tiziana Rivale, la cantante di fama internazionale si racconta a Yeslife, svelando qualche retroscena della sua carriera

TIZIANA RIVALE
La cantante Tiziana Rivale (Ufficio stampa)

Oggi vogliamo parlarvi di una star della musica italiana degli anni ’90. Tiziana Rivale ha portato le sue canzoni e il suo genere pop in tutto il mondo ed ha vissuto delle esperienze uniche che le hanno insegnato tanto.

Da Sanremo al disco d’oro in Messico, da Los Angeles a Roma, la cantante è oggi qui con noi per raccontarci alcuni momenti che le hanno cambiato la vita in ambito professionale.

LEGGI ANCHE>>>Luisa Corna a Yeslife: “Vi racconto l’esperienza più importante della mia vita”

tiziana rivale
(Ufficio stampa)

LEGGI ANCHE>>>Mauro di Maggio si racconta a Yeslife: “Vi rivelo il mio progetto di vita”

Quando e come è iniziata la tua carriera di cantante?
La mia passione per la musica nasce da bambina e ho voluto da sempre essere una cantante, iniziando con una fortunata gavetta e innumerevoli esibizioni in discoteche e teatri, con vari generi musicali e con personaggi che mi hanno formato artisticamente.

Durante la gavetta hai fatto parte di un gruppo, cosa ti ha spinto ad andare oltre e seguire un percorso da solista?
Quando ero con i “Rockollection” ero a mio agio perché cantavo soprattutto Rock, poi ho deciso di incidere canzoni con i miei testi in inglese per avviare una carriera da solista.

Sanremo 1983, vincitrice del festival. Pensi di aver lasciato un segno e di essere stata un’icona per le donne?  
Non saprei, le giurie popolari mi hanno votato liberamente e questo mi fa enorme piacere.

Dall’Italia all’estero, hai notato differenze tra i concerti nazionali e internazionali?
I fans sono tutti affettuosi e forse gli addetti ai lavori in Italia sono un po’ distratti.
Lavoro spesso all’estero perché mi invitano regolarmente e conoscono il mio repertorio Italo-dance (in Messico ho avuto il disco d’oro alla carriera durante un tour nel 2019), mentre da noi chiedono solo il brano del festival e ignorano tutto il resto. Un vero peccato, misteri della vita…

Cosa ci racconti della tua parentesi a Los Angeles?
Ho vissuto 4 anni a Los Angeles dove ho continuato le mie produzioni musicali con colonne sonore e doppiaggio per film americani. Una bella e utile esperienza.

Il ritorno in Italia fu targato Rai, hai lavorato insieme a professionisti come Fabrizio Frizzi, raccontaci quale fu il vostro rapporto, un aneddoto.
Al rientro in Italia ci sono stati molti inviti in vari programmi come a “Domenica In” con Fabrizio Frizzi, un carissimo amico, amato e compianto da tutti, sempre disponibile e generoso. Vorrei anche ricordare Paolo Limiti con cui ho lavorato dal 1997 al 2003, nei suoi fortunati programmi “Ci vediamo in TV” e “Alle 2 su Rai 1”. A tal proposito, sul canale youtube: “tizianarivaleofficial” ci sono le esibizioni dei vari programmi.

Tale e Quale Show, un programma divertente ma anche molto impegnativo. Secondo te perché nonostante il passare degli anni è una trasmissione di successo?
Per me è stata un’esperienza meravigliosa ma anche molto faticosa, e pensare che non volevo partecipare perché non sono un’imitatrice… Poi gli autori mi hanno rassicurato che sarebbe stato solo un gioco, niente di così severo, per cui ho fatto il provino e sono entrata nel cast. Ogni anno cambia la squadra degli artisti e questo rende lo spettacolo nuovo, ogni volta. Devo dire che la mia squadra del 2019 è stata eccezionale e siamo rimasti in contatto tra noi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

tiziana rivale
(Ufficio stampa)

Progetti futuri?
Incido regolarmente con le produzioni che ho in Finlandia, Polonia, Grecia e Messico, poi a fine Maggio uscirà un nuovo CD “Rivale in Classic”.

BEATRICE MANOCCHIO