Possibile marea nera per lo Sri Lanka: allerta disastro ambientale

La nave portacontainer MV X-Press Pearl rischia di affondare: il “peggior disastro ecologico marino” è dietro l’angolo. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Daily Mirror (@dailymirrorlk)

La situazione non migliora nello Sri Lanka, dove si continua a temere il peggio a seguito dell’incidente di domenica 20 maggio. Era mattina quando la nave portacontainer X-Press Pearl è andata in fiamme al largo della costa di Colombo. La notizia è stata annunciata dalle autorità locali, le cui fonti ufficiali dichiarano che la deflagrazione ha colpito l’intera struttura dell’imbarcazione cargo. Come riferisce la dichiarazione della guardia costiera indiana, al momento della tragedia l’imbarcazione stava trasportando ben 1.486 container di sostanze chimiche, di cui 25 tonnellate di acido nitrico. Nonostante il maltempo, il servizio di emergenza è riuscito a domare l’incendio e a salvare tutti i 25 membri dell’equipaggio. Oggi arriva il drammatico aggiornamento: la nave rischia di affondare.

NON PERDERTI ANCHE >>> Stuprata da un gruppo di coetanei e adulti: 14enne si suicida

Allerta peggior disastro ambientale marino

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mladí za klímu (@mladi_za_klimu)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Donna uccide il suo milionario padrone di casa: l’agghiacciante movente

Domenica 20 maggio, i servizi di emergenza sono riusciti a domare le fiamme in 13 giorni, grazie all’aiuto congiunto della marina cingalese e della guardia costiera indiana. Ciononostante, la nave cargo – sensibilmente inclinata sulla destra – è a serio rischio di naufragio e ha iniziato ad affondare questo mercoledì (2 giugno). In caso, la quantità di materiale tossico disperso in acqua sarà tale da minare l’equilibrio di un bioma marino considerato già fragile.

Gli operatori della nave battente bandiera di Singapore hanno difatti precisato che l’esplosione ha letteralmente distrutto la maggior parte del carico della nave: la fuoriuscita delle sostanze tossiche è inarrestabile: Le immagini che circolano in rete rivelano che grandi quantità di pellet di plastica che continuano a riversarsi in mare. Le autorità dello Sri Lanka e gli ambientalisti temono il peggio e l’ipotesi del potenziale “peggior disastro ecologico marino” è progressivamente tesa verso la sua concretizzazione effettiva: resta alto il rischio di fuoriuscita di altre sostanze chimiche e di centinaia di tonnellate di petrolio dai serbatoi del carburante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Friends of Della and Don (@fodad.sl)

“La parte posteriore della nave poggia sul fondale a una profondità di circa 21 metri, e […] la parte anteriore sta lentamente affondando“, ha affermato in una nota la società X-Press Feeders nel comunicato di giovedì mattina (3 giugno)

Fonte News Sky