Donna uccide il suo milionario padrone di casa: l’agghiacciante movente

Una donna è stata condannata a 28 anni di reclusione per aver fatto morire il suo milionario padrone di casa: il movente.

Tribunale
(Corgarashu – Adobe Stock)

Un’indescrivibile avidità” questo il motivo, secondo i giudici, per cui Lynda Rickard – 62 anni- avrebbe fatto morire di stenti il suo milionario padrone di casa. La donna, infatti, avrebbe incassato una parte dell’eredità pari a 3,5 milioni di sterline.

La vittima, il 59enne Anthony Sootheran, è morto nella sua fattoria vicino a South Newington, nell’Oxfordshire, Inghilterra nel 2014. La corte ha condannato la donna a 28 anni di carcere ed il marito a 10 per aver permesso alla consorte di porre in essere il suo piano.

Inghilterra, donna fa morire di stenti il suo milionario padrone di casa per intascare l’eredità

Avrebbe fatto morire di fame il suo padrone di casa milionario per ereditare 3,5 milioni di sterline. Questo, stando quanto riporta la BBC, il movente che avrebbe spinto Lynda Rickard, 62 anni a commettere l’omicidio del 59enne Anthony Sootheran.

Omicidio Cerciello, ergastolo
(Pixabay)

Leggi anche —> Spara un colpo durante una lite con la moglie: poliziotto uccide la figlia di sei anni

Non da sola, ma con la connivenza del marito Rickard, condannato per tale ragione a 10 anni di reclusione.

Il giudice all’esito del processo avrebbe affermato che la donna avrebbe mostrato un’indicibile avidità e che avrebbe sfruttato spietatamente sia la vittima che sua madre, Joy Sootheran, morta nel 2012. Dai loro conti avrebbe sottratto una somma che si aggirava intorno alle 300mila sterline e ne avrebbe falsificato i testamenti. Avrebbe inoltre isolato il padrone di casa, non consentendo l’accesso ad amici e parenti.

Il corpo di Anthony Sootheran venne rinvenuto nel marzo 2014. Era deperito, provato e malnutrito nonché con piaghe da decubito. Proprio queste ultime potrebbero aver portato ad un’infezione letale che lo ha condotto alla morte. Da principio non sorse alcun dubbio circa il fatto che potesse essersi trattata di una morte naturale. Successivamente, però, analizzando i suoi conti in banca sarebbero sorti i primi sospetti.

La coppia di coniugi condannata si sarebbe recata in tribunale dopo la morte dell’uomo per cercare di ottenere la propria parte di eredità vantando come titolo il testamento contraffatto. La corte, però, avrebbe respinto le loro richieste.

Hannah Sootheran, figlia della vittima, si è detta distrutta per quanto accaduto al padre. La donna avrebbe detto che la sua fiducia nelle persone è completamente svanita. Non si capacita di come sia possibile che persone le quali dicevano di tenere a suo padre lo abbiano lasciato morire.

A propria discolpa la difesa dell’imputata avrebbe affermato che la donna è profondamente pentita del suo gesto e che non avrebbe utilizzato il denaro per condurre una vita altolocata. Precedentemente la signora Rickard aveva ammesso la falsificato il testamento e compiuto altri reati di natura tributaria. Inoltre lei e suo marito avevano già a carico una condanna per frode relativo all’acquisto di un’auto.

Leggi anche —> Tragico incidente, bevono un liquore altamente tossico: 25 morti

La corte, nel caso sulla morte del signor Sootheran non è stata clemente. A suo avviso la coppia avrebbe “cinicamente e sistematicamente dissanguato questa famiglia” stando quanto riporta la BBC. Ed avrebbe aggiunto: “Lei era l’unica persona che avrebbe potuto salvare Anthony Sootheran ma invece… lo ha lasciato morire con la più orribile delle morti“.

Tribunale
(Getty Images)

Ad essere condannati a vario titolo anche altri amici della coppia, colpevoli tra le altre cose di aver partecipato alle frodi.