Tragedia ad alta quota: valanga travolge e uccide due alpinisti

L’incidente risale alla scorsa domenica mattina (30 maggio), intorno alle ore 8:30. Sei ambulanze inviate sul posto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrew Wexler (@global_alpine)

Ennesima tragedia in montagna. Questa volta siamo sulla vetta del Monte Andromeda, in provincia di Alberta (Canada). Il massiccio appartiene alla catena delle Montagne Rocciose Canadesi ed è ubicato al confine tra il Banff National Park e il Jasper National Park, vicino al Monte Athabasca. Il drammatico evento risale alla scorsa domenica mattina (30 maggio), quando una valanga ha letteralmente travolto e inghiottito due scalatori considerati alpinisti esperti. A seguire i dettagli riportati nelle fonti ufficiali.

NON PERDERTI ANCHE >>> L’eroico gesto di un padre: sacrifica la sua vita per salvare le due figlie

Sei ambulanze sul posto: le identità delle vittime

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vivek Reddy (@vivekviga)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Guasto al numero di emergenza: morto bimbo di 28 mesi

La notizia è stata confermata dal personale del Parks Canada e da Steve Young, responsabile della comunicazione del Jasper National Park. Secondo quanto riferito dal funzionario, la slavina “si è staccata nelle prime ore del mattino sul Monte Andromeda nel Columbia Icefield vicino a Jasper. […] Non sono stati segnalati altri feriti.” Dalla sua intervista si evince che la montagna è molto ambita in ambito escursionistico per le sue ripide fiancate, mete preferite dagli scalatori professionisti.

Maggiori dettagli sono stati riferiti dalla portavoce dell’Alberta Health Service Jennifer Green, la quale ha precisato l’orario della tragedia, dichiarando che i servizi di emergenza hanno ricevuto l’allarme intorno alle ore 8:30 del mattino. Sei ambulanze sono accorse sul posto, sostando in un’area adiacente al Columbia Ice Fields. Il soccorso via terra è stato affiancato dall’aiuto aereo tramite i tre elisoccorsi inviati da Stars Air Ambulance; prontamente fermati perché i “non erano necessari dal punto di vista medico-sanitario.” Vani i tentativi di rianimazione: i due alpinisti sono stati dichiarati morti dal personale medico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Joel Allan (@joelallan3)

Le vittime sono Andrew Abel, una guida alpina, e il suo migliore amico Nathaniel Johnson.

Fonte Cbc