L’eroico gesto di un padre: sacrifica la sua vita per salvare le due figlie

Un padre di 45 anni è morto in Portogallo, dopo essersi tuffato in mare per salvare le sue due figlie che erano in difficoltà in acqua.

Spiaggia mare
(Melk Hagelslag – Pixabay)

Ha perso la vita nel tentativo di salvare le sue due bambine che stavano per essere trascinate dalla corrente in mare. Questo l’eroico gesto di un uomo di 45 anni, deceduto nel pomeriggio di ieri sulla spiaggia di Calada, in Portogallo. Il 45enne, notando le sue figlie, di 12 e 9 anni, in difficoltà in acqua, senza esitare si è tuffato, ma è stato colto da un malore. Portato a riva da due surfisti, alcuni presenti hanno avviato le manovre di rianimazione, poi proseguite dai paramedici. Ogni tentativo, però, è risultato vano.

Portogallo, si tuffa in mare per salvare le due figlie: muore padre di 45 anni

Ambulanza Portogallo
Ambulanza portoghese (Getty Images)

Tragedia nel pomeriggio di ieri, giovedì 3 giugno, a Calada Beach, spiaggia nel quartiere Encarnacao di Lisbona, in Portogallo. Trevor Pelling, consulente finanziario di 45 anni, è morto nel tentativo di salvare la vita alle due figlie che stavano per essere trascinate dalla corrente.

Leggi anche —> Momenti terrificanti in un circo: leonessa attacca il domatore in scena

Pelling, scrive la redazione del quotidiano britannico The Sun, si trovava in spiaggia con la famiglia quando ha visto le due figlie, due bambine di 9 e 12 anni, annaspare in acqua. Il 45enne si è subito tuffato in mare mettendo in salvo le due bimbe, ma è stato colto da un malore. Due surfisti, notando quanto accaduto, hanno portato sull’uomo sulla riva, dove è stato soccorso dai presenti, tra cui un’infermiera.

Leggi anche —> Barca si schianta sugli scogli: morto un uomo

I tentativi di rianimazione sono stati proseguiti dai paramedici, giunti sul posto dopo l’allarme. Purtroppo, nonostante circa un’ora di manovre, per il consulente finanziario non c’è stato nulla da fare: i medici hanno dichiarato il decesso, sopraggiunto per via di un arresto cardiaco. Le due bambine e la madre sono state accompagnate presso l’ospedale Santa Maria di Lisbona per gli accertamenti del caso.

Polizia
(Diego Fabian Parra Pabon – Pixabay)

Presso la spiaggia sono arrivati anche gli agenti della Polizia marittima per le opportune verifiche sulla tragedia. Dai primi riscontri è emerso che, scrive The Sun, sulla spiaggia non vi erano bagnini, dato che il servizio di salvataggio inizierà il prossimo 12 giugno.