Terrore a bordo: passeggero tenta di aprire il portellone in volo

Attimi di panico questo sabato (12 giugno) nella fusoliera del Delta Airlines 1730, in viaggio per Atlanta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jake from State Farm (4.1K) (@saltlakecity_spotter)

Più terrore che danno per gli occupanti di un aereo. L’insolito evento è avvenuto questo sabato (12 giugno) nella volta che ricopre gli Stati Uniti D’America. Gli attimi di panico hanno scosso la fusoliera di un Delta Airlines 1730, in viaggio da Los Angeles per Atlanta. Il panico è stato seminato da un passeggero: secondo quanto riportano i media locali, il folle si sarebbe alzato a metà viaggio con l’intento di aprire il portellone dell’aeromobile. Il malintenzionato indossava elmetto, ginocchiere e gomitiere e il suo folle tentativo è stato ripreso dalle telecamere degli smartphones di altri, tanto increduli quanto impauriti, passeggeri. Il video circolante sul web ha fatto in breve tempo il giro dei social networks.

NON PERDERTI ANCHE >>> Esplosione per fuga di gas in zona residenziale: 12 vittime, 140 feriti

Deviazione del volo e atterraggio di emergenza a Oklahoma City

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Attentato in città colpisce ospedale: almeno 18 morti

Il Delta Airlines 1730 non è riuscito a toccare il suolo dell’aeroporto di destinazione e il comandante è stato costretto a dirottare il volo per effettuare l’atterraggio di emergenza a Oklahoma City. Il motivo? Un passeggero indisciplinato a bordo ha tentato di aprire uno dei portelloni all’estremità della fusoliera. I video pubblicati su Twitter riprendono la violenza colluttazione nei pressi della parte anteriore dell’aeromobile. La notizia è stata confermata dal portavoce della compagnia aerea dell’apparecchio Zeugschmidt. Secondo quanto riferito dall’alto funzionario, il folle intento del malintenzionato è stato stroncato sul nascere grazie all’immediata reazione dell’equipaggio e di alcuni passeggeri. L’accusato è stato preso in custodia dalla polizia. Stando a quanto riportano le fonti ufficiali, il malvivente è stato identificato come un dipendente Delta fuori servizio da circa 20 anni. Ancora sconosciuto il movente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jason Knapfel (@jknapfel)

Secondo le normative degli Stati Uniti, l’imputato rischia una sanzione oltre i 35.000 dollari.

Fonte CNN, Usa Today