Crolla il muro dell’iceberg nel Museo del Titanic: 3 feriti

L’incidente è avvenuto la sera del 2 agosto nel Titanic Museum Attraction a Pigeon Forge, nel Tennessee orientale.

Polizia Usa
(Getty Images)

La maledizione che affondò il Titanic nel lontano 1912 colpisce ancora. Siamo in un museo degli Stati Uniti d’America. La struttura è interamente dedicata al neo-transatlantico più famoso della storia. Il museo ha visto crollare un gigantesco iceberg attaccato a un modello della nave la sera di lunedì 2 agosto, ferendo tre turisti. L’incidente è avvenuto nel Titanic Museum Attraction a Pigeon Forge, città di montagna nel Tessennee orientale, meta prediletta dai visitatori durante la stagione estiva. A seguire maggiori dettagli.

LEGGI ANCHE >>> Portogallo: smantellata rete di narcotrafficanti diretta da una 79enne

Museo chiuso: “Sicurezza dei visitatori e del personale è una priorità”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Regno Unito batte il triste record di morti per droga

Con sede nella città di Pigeon Forge, la replica in scala 1/2 del Titanic è l’attrazione prediletta dalla maggior parte dei turisti del Volunteer State americano. Accanto al modello dell’imbarcazione, il personale del museo aveva eretto un’altra replica in scala, quella relativa all’iceberg per ricordare con chiarezza circostanze e dinamiche del noto incidente marittimo, il più celebre in ambito marino. Il disastro è stato definito come una delle peggiori catastrofi del XX secolo per numero di vittime. Nel naufragio persero la vita oltre 1.500 persone, di cui circa 703 passeggeri.

Secondo quanto riportano i media locali, l’incidente è stato provocato dall’improvviso distaccamento di una parte del  “muro dell’iceberg” , crollato ferendo almeno tre visitatori. Sulla pagina Facebook del museo i proprietari hanno specificato che le vittime sono state trasferite all’ospedale per il ricovero: “Al momento non sappiamo l’entità delle loro ferite. Inutile dire che non ci aspettavamo un incidente del genere dal momento che sicurezza dei nostri ospiti e del nostro personale è una priorità assoluta.”, riportano i funzionari sulla piattaforma social, rivolgendo i loro pensieri e preghiere a loro e ai loro cari.

Il Museo e la sua peculiare attrazione sono stati isolati e transennati per motivi di sicurezza. Le autorità locali hanno annunciato l’avvio all’inchiesta per chiarire con certezza le circostanze dell’accaduto.

Fonte Inquirer.net