“La patata bollente”, Renato Pozzetto aneddoto inaspettato: in quella vasca accadde l’impensabile

Renato Pozzetto ha ripercorso un aneddoto avvenuto sul set de “La patata bollente”. Ecco di cosa si tratta.

Renato pozzetto
Renato pozzetto-foto facebook

Renato Pozzetto, la bellissima Edwige Fenech e Massimo Ranieri. I tre attori furono i protagonisti della famosissima pellicola “La patata bollente”, diretta da Steno, uscita nel 1979 conquistando fin da subito il pubblico. È stato proprio Pozzetto, classe 1940 di Milano, ha ricordare alcuni attimi e svelare un aneddoto inaspettato a “Domenica Rewind”, format che ripercorre le migliori interviste di Barbara D’Urso a “Domenica Live”.

Il noto attore e comico, protagonista di innumerevoli film di successo, ha ricordato il film incentrato sulle vicende di un operaio di Milano, Bernardo Mambelli, grande appassionato di pugilato. Una sera il protagonista salva un giovane da un gruppo di fascisti. Il ragazzo, omossessuale, si innamora di Bernardo.

Durante il racconto il comico ha menzionato una tra le scene più famose del film, cult della pellicola, che lo vede protagonista al fianco della Fenech in una vasca da bagno, location dove si scambiano effusioni. Privi di abiti, immersi nella schiuma, proprio in merito al momento in cui è stata realizzata Renato ha svelato l’inaspettato aneddoto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > “Ricordi le nostre chiacchierate fino a tardi?” Kasia Smutniak e il pensiero indelebile – FOTO

“La patata bollente”: Renato Pozzetto e quell’aneddoto che non ti aspetti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Procida Film Festival (@procidafilmfestival)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > E’ morta l’attrice Pietra Degli Esposti: una donna all’avanguardia

Renato Pozzetto ha rivelato come durante una pausa durante le riprese della scena rovente sia accaduta una cosa particolare. Mentre la Fenech era intenta a ritoccare il trucco e il direttore della fotografia a cambiare le luci, succede l’inaspettato in vasca.

“Si abbassa l’acqua ed è venuta fuori una roba come un’arachide. Me ne accorgo, guardo su e, proprio in quel momento, c’era un elettricista che mi guarda e mi dice: Pozzè guadagnerai qualche lira ma fai una vitaccia!”, il racconto dell’attore.

Di seguito Renato ha ricordato come la trama del film fosse incentrata sul rapporto del protagonista con i pregiudizi e la discriminazione. Massimo Ranieri interpreta i panni di un omosessuale, argomento estremamente delicato a quell’epoca.

Renato Pozzetto
Renato Pozzetto-foto facebook

“L’abbiamo fatto bene, in maniera molto rispettosa”, il commento dell’attore.

Impostazioni privacy