Afghanistan, migliaia all’aeroporto di Kabul: cosa sta succedendo

In migliaia si stanno accalcando in preda alla disperazione nei pressi dell’aeroporto di Kabul per sfuggire alla furia talebana. Ecco cosa sta succedendo nella capitale dell’Afghanistan.

Afghanistan talebani potere Kabul cosa sta accadendo
(Photo by Paula Bronstein /Getty Images)

Sono circa diecimila i cooperanti e civili afghani accalcati fuori all’aeroporto di Kabul nella speranza di salire su un aereo che li porti lontano. Lontano dalla violenza dei talebani che promettono di dare la caccia ai “traditori”.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Ischia, la terribile esperienza dei clienti di un hotel: cosa è successo

Cosa sta succedendo all’aeroporto di Kabul

Civili afghani in fuga su un aereo militare tedesco (Getty Images)

Diecimila. Accalcati sotto il sole cocente dell’Afghanistan. Sono i civili e cooperanti che tentano di fuggire. In questi giorni, da quando i talebani hanno ripreso il controllo del Paese, decine sono state le vittime della calca.

Sono morti schiacciati nel tentativo di raggiungere la salvezza. In questo momento sono in migliaia i cittadini afgani che hanno lasciato tutto e provano a mettersi al sicuro. Sono ancora scolpite nella memoria le immagini di una madre che porge suo figlio a un militare americano. Con le braccia tese oltre il filo spinato spera che almeno il suo piccolo possa avere un futuro migliore.

In queste ore l’aeroporto di Kabul è nel caos. I militari che stanno sorvegliando l’area hanno sparato gas lacrimogeni per controllare la folla di afghani che cercavano di accedere alla pista.

A dare la notizia è il Wall Street Journal. Tuttavia non è ancora chiaro se i soldati fossero di nazionalità americana. Questo perché in tutta l’area sono dislocate forze militari britanniche, afgane ma anche di altri paesi Nato.

I militari hanno anche sparato in aria per provare a disperdere la folla. Questo lo racconta un funzionario governativo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Chef morto a New York: dopo due anni la confessione incredibile

Intanto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg dice che “la priorità è trasferire la gente fuori dal Paese e fare in modo che i civili possano raggiungere ed entrare nell’aeroporto di Kabul“.

Ci aspettiamo che i talebani – continua Stoltenberg – permettano il passaggio sicuro per tutti gli stranieri e gli afghani che vogliono lasciare il Paese. Questo è il compito più urgente di oggi“.