Covid-19, il bollettino dell’8 settembre: 5.923 nuovi casi e 69 decessi

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, mercoledì 8 settembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha appena aggiornato lo stato dell’epidemia da coronavirus diffusasi nel nostro Paese. Stando all’odierno bollettino, i casi di contagio complessivi sono saliti a 4.585.423 con un incremento di 5.923 unità rispetto alla giornata di ieri. Prosegue il calo dei soggetti attualmente positivi che ad oggi ammontano a 131.581 (-2.206). Sale, invece, il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva che risultano essere 564 in totale e 1 in più rispetto a ieri. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza sono 4.324.135, ossia 8.058 unità in più rispetto a ieri. Purtroppo continua ad aggravarsi  il bilancio delle vittime in Italia con 69 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 129.707.

La Regione Abruzzo, si legge nelle note, ha aggiunto 1 caso al totale dei positivi, riferito al mese di aprile 2021 e non precedentemente segnalato. L’Emilia Romagna ha eliminato 2 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare. Anche il Friuli Venezia Giulia ha sottratto 1 caso, a seguito di un test positivo rimosso dopo revisione del caso. La Regione Sicilia specifica che i decessi segnalati oggi sono avvenuti nei giorni scorsi.

Covid-19, bollettino: i numeri in Italia nella giornata di martedì 7 settembre

Secondo l’aggiornamento pubblicato ieri, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano saliti a 4.579.502.

Coronavirus
(Getty Images)

Scendeva il dato dei soggetti attualmente positivi che erano 133.787, cosi come quello dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 563 in totale. Le persone guarite complessivamente erano 4.316.077. Il bilancio totale delle vittime in Italia a 129.638.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 7 settembre: 4.720 nuovi casi e 71 vittime

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 6 settembre

Stando ai dati diramati dal Ministero della Salute nella giornata di lunedì, le persone risultate positive dall’inizio dell’emergenza erano 4.574.787. In calo i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 136.020, cosi come i pazienti in terapia intensiva: 570 in totale. I guariti erano 4.309.200. Si aggravava ancora il bilancio delle vittime giunto a 129.567.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 6 settembre: 3.361 nuovi casi e 52 morti

Green Pass, sui banchi della Camera prosegue la discussione: scontro Lega-Pd

Proseguono le discussioni alla Camera sul prossimo Decreto Covid che dovrebbe essere poi discusso al Senato, ed in ogni caso prima del 21 settembre quando scadrà quello attualmente in vigore.

Quello dell’estensione del Green Pass resta un tema calda, soprattutto alla luce della “strategia politica” attuata ieri dalla Lega. Il Carroccio ha, infatti, riporta l’Ansa, ritirato tutti i suoi 900 emendamenti votando a favore di quelli di Fratelli d’Italia. Una scelta mal tollerata dal Pd che ora urla a gran voce l’inaffidabilità a suo avviso della destra salviniana.

Andando oltre i cortocircuiti comunicativi tra le forze politiche, di certo resta che la questione è molto delicata. Nelle ultime ore, infatti, hanno iniziato a circolare voci di una possibile estensione del Green Pass a lavoratori sia del pubblico che del privato. Circostanza che Salvini ha, però, tenuto a smentire. Avrebbe parlato con il Premier Draghi e di questa possibilità neanche l’ombra.

Resta, quindi, aperto il dibattito che a breve dovrebbe concludersi per passare in Senato ed ottenere definitiva approvazione.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Green Pass, sui banchi della Camera prosegue la discussione: scontro Lega-Pd

Mascherine, quando potremo abbandonarle?

Quando potremo metterci alle spalle la pandemia e tornare alla tanto anelata normalità? Questo è ormai un quesito che da un anno e mezzo assilla la mente di tutti i cittadini del pianeta. Dopo un periodo in cui sembrava che il virus stesse diventando un triste ricordo, eccolo riprendere il sopravvento.

Fortunatamente, grazie alla campagna vaccinale quel Covid di cui agli inizi di marzo si sapeva ben poco con il passare del tempo ha sempre meno segreti. Una sorta di convivenza, ormai, quella con il virus. Eppure ci si chiede, proprio in ragione di ciò, quando sarà possibile eliminare la mascherina?

Sul punto gli esperti si dividono. Stando a quanto ritenuto da Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, riporta Sky Tg24, dovrà trascorrere un altro anno.

Più rigido il parere del Professor Andrea Crisanti che rifugge dalla domanda, spiegando come le mascherine consentano un livello di protezione elevata. Se indossate nel modo corretto possono prevenire considerevolmente il rischio contagio.

Fa da eco alle sue parole Sergio Abrignani, membro del Comitato Tecnico Scientifico, il quale ai microfoni di Sky Tg24 ha dichiarato che, stante l’alta trasmissibilità della Delta anche fra soggetti vaccinati, bisognerà mantenere l’utilizzo delle mascherine per il maggior tempo possibile, nonché applicare tutte le misure di prevenzione.