Drammatico naufragio: la madre muore disidratata per salvare i figli

I piccoli sono sopravvissuti grazie all’amore della madre, 40 anni, che li ha allattati fino all’ultimo respiro.

rimedi migliori mal di maree
Rimedi per mal di mare (Pixabay)

Un viaggio in mare finito in tragedia. Una naufraga in Venezuela ha salvato la vita ai suoi figli allattandoli al seno per quattro giorni prima di morire per disidratazione. Il gruppo di nove persone si era avventurato in mare lo scorso venerdì 3 settembre per una gita in barca di due giorni al largo de La Tortuga, un’isola deserta dei Caraibi. Il 5 settembre, il triste annuncio.

NON PERDERTI ANCHE >>> Dark web: condannato il più prolifico venditore di pedopornografia online

Bimbi di 6 e 2 anni sani e salvi: ustioni di primo grado

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da El Ratón Informa (@elratoninforma)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Vladimir Putin conferma: “focolaio di positivi nel mio entourage”

La notizia è stata riferita dai funzionari locali. La dichiarazione della Federazione Marittima Nazionale del Venezuela (INEA) riporta che “le autorità portuali sono state informate […] che l’imbarcazione non è né giunta a destinazione né ritornata nel luogo da dove era partita.” Il governo ha dato immediato avvio all’operazione di ricerca. Dopo quattro giorni di duro lavoro, i soccorritori, a bordo di una scialuppa improvvisata, hanno ritrovato e identificato quattro vittime: i due bambini, la madre e la tata 25enne.

La 40enne Mariely Chacon ha fatto di tutto per salvare i suoi figli, 6 e 2 anni, dopo l’ineluttabile naufragio della loro barca, travolta da una violenta onda secondo le informazioni del Daily mail. Secondo quanto riportano i media locali, la madre arrivò persino al punto di bere la propria urina per poter allattare i due bimbi e farli sopravvivere sino al momento dei soccorsi. Al suo arrivo, la scialuppa hanno trovato Jose David e Maria Beatriz vivi, ancora attaccati al corpo senza vita della madre. La signora “è morta per disidratazione tre o quattro ore prima del salvataggio. Non beveva acqua da tre giorni.“, ha confermato un rappresentante dell’INEA.

Sulla nave i soccorritori hanno trovato anche la tata: la 25enne, sana e salva, si era nascosta in un piccolo frigorifero per proteggersi dal caldo asfissiante.

Monastier muore dopo aver sposato compagna addio Eugenio
Ospedale (Foto di Ryan McGuire da Pixabay)

Con gravi ustioni di primo grado, i bambini sono stati trasportati d’urgenza in ospedale: la loro situazione è ora fuori pericolo.

Fonte Daily Mail

Impostazioni privacy