Giuseppe Conte. L’ex Premier risponde a Fedez sui social: “Non va bene così”

Giuseppe Conte al momento si trova in Sud Italia per una serie di comizi in dieci comuni della regione Calabria. Il suo tour ha generato la polemica degli esponenti del settore spettacolo

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte – Instagram

Un’accoglienza da rock star è quella che sta avendo al momento l’ex premier Giuseppe Conte, in tour in Sud Italia, per la precisione in Calabria, dove sta tenendo una serie di comizi a favore di Amalia Bruni, aspirante presidente della Regione.

Il precedente Primo Ministro raccoglie consensi a profusione. Il suo passaggio in dieci tappe, previsto in piazze e strade in altrettanti centri urbani, sta attraendo una folla di sostenitori che, spinti dal desiderio di stringergli la mano e professare il loro entusiasmo, hanno creato ciò che normalmente la politica ha severamente vietato nei mesi scorsi: i tanto temuti assembramenti. Questo ha portato l’insurrezione di un determinato settore di lavoratori che si sente preso in giro da tale situazione.

Leggi anche >>> Giuseppe Conte a Catanzaro e a Cosenza, l’accoglienza clamorosa – VIDEO

Giuseppe Conte: la reazione alle proteste di Fedez, degli altri artisti e lavoratori del settore spettacolo

Gli spettacoli dal vivo sono stati fortemente penalizzati dall’impossibilità di accogliere il pubblico negli stadi, teatri, palazzetti dello sport, arene al massimo della propria capienza, con una conseguente ulteriore perdita di guadagno per molti lavoratori.

Il rapper e influencer Fedez, promotore dell’iniziativa “Scena Unita” (che ha lo scopo di raccogliere fondi per gli esponenti della musica e dello spettacolo), seguito da quasi 13 milioni di utenti su Instagram, ha scritto pubblicamente le seguenti parole: “Il settore dello spettacolo e i suoi lavoratori sono ormai del tutto abbandonati: il green pass è lo strumento per tornare alla normalità, ma non per loro. Con la certificazione perché non riaprire alla capacità massima per i concerti?”.

Le immagini di folla che si accerchia attorno all‘ex premier Conte ha, dunque, scatenato biasimo: “Veniamo deliziati da queste immagini festose che rappresentano un vero e proprio schiaffo in faccia per intere famiglie che per voi evidentemente sono inesistenti… Parliamo di 200mila lavoratori falcidiati da due anni d’immobilità quasi totale e politiche assenti… un intero settore in ginocchio”.

Leggi anche —> Letta-Salvini, prosegue lo scontro tra i leader di Lega e Pd: parole al vetriolo

Non si è fatta attendere la risposta di Giuseppe Conte che non ha ignorato il seguitissimo personaggio pubblico. Ha usato i suoi canali social per esprimere il proprio pensiero. “Buongiorno Fedez. Mi rivolgo a te e agli artisti che, come te, in queste ore stanno lamentando le attuali restrizioni alla cultura e lo spettacolo mentre invece gli incontri per la politica avvengono con piazze gremite di gente”.

Fedez Conte
Fedez – Instagram Stories

“Non va bene”. Giuseppe Conte, a quanto pare, si schiera a favore delle parole espresse dal rapper. Continua: “Lo sto dicendo da giorni in tanti punti stampa. Dobbiamo ripartire tutti insieme. La filiera della cultura, dello spettacolo ma anche degli eventi sportivi ha tanto sofferto. Non va bene portare la capienza all’ 80%. Deve tornare al 100%. Dobbiamo ripartire forti e tutti insieme”.