Patto Aukus: il colloquio tra Emmanuel Macron e Joe Biden

L’incontro tra i due leader ha come sfondo la profonda crisi tra Parigi e Washington, aperta dalla neonata firma dell’accordo Aukus.

emmanuel macron
Emmanuel Macron (Getty Images)

Ultimo aggiornamento sulla crisi sottomarini, avviata con la neonata firma dell’accordo Aukus. Il nuovo patto, siglato da Canberra, Londra e Washington ha tagliato la Francia, e di conseguenza l’Europa, fuori dai giochi nell’area dell’Indo-Pacifico. Il nuovo patto anti-Cina non è stato ben accolto dall’Esagono e dal suo capo di Stato. Oltre al “voltafaccia” dell’Australia, che ha sancito la fine del “contratto del secolo” con Parigi, e alla “menzogna” della Gran Bretagna; il “colpo alle spalle” coinvolge anche gli Stati Uniti. La situazione resta tesa tra i paesi coinvolti, sempre più recisi dal solco di una profonda crisi fiduciaria. 

NON PERDERTI ANCHE >>> Crisi sottomarini: annullato l’incontro tra i ministri francesi e britannici

Verso il colloquio tra Emmanuel Macron e Joe Biden

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da VA+ (@va_plus)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> AUKUS, il patto che fa infuriare la Cina: di cosa si tratta 

Emmanuel Macron e Joe Biden terranno un incontro chiarificatore questo mercoledì 22 settembre. La nuova discussione ha come sfondo un clima di sfiducia e tensione. Sono passati solo giorni dalla rottura ufficiale del “contratto del secolo” tra Francia e Australia e l’annuncio del nuovo patto di sicureza Aukus, siglato Australia, Stati Uniti e Regno Unito, continua a incrinare progressivamente i rapporti tra i paesi coinvolti. Col ritiro dell’ambasciatore negli Stati Uniti, un punto di incontro Usa – Francia è ormai tanto sentito quanto necessario.

Il colloquio, che avverrà per via telefonica, darà ai due leader un’opportunità per dare delucidazioni “sia sulle circostanze del nuovo accordo sia sulle condizioni del nuovo impegno americano nei confronti dell’alleato francese”, ha riferito il portavoce del governo Gabriel Attal. Vogliamo spiegazioni“, ha aggiunto il politico francese, invitando gli Stati Uniti a rispondere a “quella che sembra essere una grave violazione della fiducia [francese].

Secondo quanto riferito dall’Eliseo, il colloquio è stato richiesto dallo stesso presidente americano Joe Biden. Riguardo ai chiarimenti, questo lunedì 20 settembre il leader democratico si è definito “impaziente“. Stando alle dichiarazioni di un funzionario statunitense, sullo sfondo della grave crisi aperta tra Parigi e Washington, Joe Biden si sarebbe difatti dimostrato disponibile ad avviare una nuova collaborazione “a stretto contatto con la Francia nella zona indo-pacifica e sulla scena internazionale.

Joe Biden
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (Getty Images)

Un altro chiaro segnale della crisi diplomatica è l’annuncio della cancellazione dell’incontro, previsto in settimana, tra la ministra delle forze armate francese, Florence Parly, e il ministro della Difesa.

Fonte Le Figaro