Naufragio sul fiume Congo: almeno 100 persone ritenute morte o disperse

Sono almeno un centinaio le persone ritenute morte o disperse a seguito del naufragio di un’imbarcazione di fortuna sul fiume Congo.

africa
Africa – Fonte Gettyimages

 

Tragedia umanitaria nella Repubblica Democratica del Congo (RDC). Lo hanno riferito le autorità locali questo sabato 9 ottobre. Secondo quanto si apprende dalle fonti ufficiali, il drammatico evento è avvenuto nelle acque del fiume Congo nella notte tra lunedì 4 e martedì 5 ottobre. Il bollettino provvisorio conta almeno 51 corpi senza vita, recuperati nella tarda serata di venerdì (8 ottobre) dal letto del fiume. Le stime ufficiali annoverano altre 69 potenziali vittime, ritenute ancora disperse; mentre il numero dei sopravvissuti sale a 39 .

NON PERDERTI ANCHE >>> Morta Ndakasi: la gorilla più amata dal web si è spenta a 14 anni

A bordo vi erano 700 passeggeri

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Identificato Zodiac: il serial killer della California ha finalmente un volto

La notizia trova conferma nelle parole del ministro per gli Affari umanitari, Steve Mbikayi. L’alto funzionario ha precisato ad Al Jazeera che l’imbarcazione di fortuna stava trasportando a bordo almeno 700 passeggeri al momento del naufragio: una stima calcolata in base alla capacità della barca. Finora sono stati recuperati 60 corpi senza vita e soltanto 300 superstiti. Secondo quanto riportano le fonti ufficiali, il naufragio è avvenuto in prossimità del villaggio di Longola Ekoti, nella provincia di Mai-Ndombe. L’imbarcazione improvvisata aveva appena lasciato le coste della capitale Kinshasa, in direzione della Provincia dell’Equatore.

La struttura della nave era composta da nove tradizionali canoe di legno, le cosiddette piroghe, legate tutte insieme, secondo quanto riferito da Nestor Magbado, vice portavoce del governatore della provincia di Mongala. Accogliendo l’ipotesi dell’alto funzionario, l’incidente nella notte tra lunedì e martedì è stato probabilmente causato da un considerevole sovraffollamento della struttura, aggravato dalle pessime condizioni meteorologiche. Nestor Magbado ha annunciato ai media il prosieguo delle operazioni di ricerca e salvataggio, pur sottolineando che “le speranze di trovare altri sopravvissuti stanno ormai svanendo.” Le autorità provinciali hanno dichiarato tre giorni di lutto nazionale a partire da lunedì.

animali in pericolo a causa della nostra alimentazione
Africa (Getty Images)

Gli incidenti in barca sono assai frequenti nella Repubblica Democratica del Congo: le navi sono spesso sovraccariche di persone e merci e i non tutti i passeggeri sono equipaggiati di giubbotti di salvataggio.

Fonte Hindustan Times, Al Jazeera