Fantacalcio, top e flop della dodicesima giornata di campionato

Si è conclusa ieri la dodicesima giornata del campionato di Serie A: i giocatori top e flop al Fantacalcio in questo turno.

Pedro
Pedro (Getty Images)

Il tanto atteso derby di Milano tra Inter e Milan ha mandato in archivio la dodicesima giornata del campionato. Al triplice fischio a San Siro è arrivato anche l’esito del turno di Fantacalcio con gli appassionati che hanno potuto calcolare i voti di tutte le gare andate in scena nel weekend.

Fantacalcio, top e flop dodicesima giornata: Pedro ancora tra i top, delude Lautaro Martinez

Con il pareggio tra Inter e Milan, ieri sera a San Siro, è terminato il dodicesimo turno del campionato di Serie A.

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez (Getty Images)

I rossoneri hanno perso l’occasione di sorpassare e portarsi a più due sul Napoli, che ha pareggiato in casa contro il Verona. Ko per 3-2 della Roma a Venezia che perde il quinto posto ora in mano ai cugini della Lazio, usciti con una vittoria dal match contro la Salernitana. Vittorie anche per Atalanta e Juventus che tengono il passo in classifica.

Alcuni giocatori hanno fatto la differenza nel corso della giornata, mentre altri non hanno brillato. Di seguito la lista dei top e flop della dodicesima giornata al Fantacalcio.

Leggi anche —> Milan-Inter le pagelle e il tabellino del derby

TOP

Pedro (Lazio): ancora una volta, dopo la scorsa giornata, l’esterno spagnolo finisce tra i top al Fantacalcio. Nella larga vittoria biancoceleste per 3-0 sulla Salernitana, l’ex Roma ha servito Immobile per il gol che ha aperto le danze, cinque minuti dopo si è messo in proprio battendo il portiere avversario con una conclusione di precisione dopo aver scartato un difensore. Gol e assist che si aggiungono al voto in pagella.

Mattia Aramu (Venezia)gol e assist anche per il centrocampista del Venezia nella vittoria interna contro la Roma. Il giocatore classe 95, a tre minuti dal fischio iniziale ha regalato un passaggio vincente, su calcio di punizione, a Caldara che ha sbloccato il parziale. Nella ripresa, sul punteggio di 1-2, ha siglato la rete del momentaneo pareggio trasformando un penalty concesso dall’arbitro.

Eldor Shomurodov (Roma): nonostante la sconfitta, contro il Venezia il centravanti ex Genoa è stato tra i migliori in campo. L’attaccante uzbeko, al tramonto della prima frazione, prima ha firmato il momentaneo pareggio raccogliendo una respinta del portiere veneto, poi ha servito in area Abraham per la rete dell’1-2. La prestazione di Shomurodov, però, non ha evitato la seconda sconfitta consecutiva in campionato alla squadra di Mourinho

Szymon Zurkowski (Empoli): prima volta tra i top in stagione per il centrocampista polacco che brilla nel pareggio in casa contro il Genoa. Con i toscani in svantaggio, Zurkowski prima ha mandato in rete Di Francesco servendogli un preciso cross basso, poi si è iscritto nel tabellino dei marcatori con una rasoiata da fuori area che si è insaccata all’angolino.

Mattias Svanberg (Bologna): prestazione da incorniciare quella del centrocampista contro la Sampdoria. Dopo un primo tempo a reti bianche, Svanberg ha portato in vantaggio i suoi sfruttando una sorta di rigore in movimento: cross basso di Soriano e botta sotto la traversa su cui Audero non può nulla. Al 78’, un minuto dopo il pareggio della Samp, il centrocampista rossoblù, con un traversone dal limite, trova in area Arnautovic che regala i tre punti al Bologna.

FLOP

Lautaro Martinez (Inter): derby da dimenticare per El Toro. Contro il Milan, il centravanti argentino rimane in ombra rimediando un brutto voto in pagella a cui si somma l’errore dal dischetto, a pochi minuti dall’intervallo, che avrebbe potuto regalare il successo ai nerazzurri.

Stefan De Vrij (Inter): tra i peggiori in campo nella stracittadina tra Inter e Milan finisce anche il difensore olandese. A pesare sul voto in pagella soprattutto l’autorete che ha regalato il pareggio ai rossoneri a pochi minuti dal gol siglato da Calhanoglu. De Vrij ha involontariamente deviato il pallone alle spalle di Handanovic su una punizione dalla sinistra messa in mezzo da Tonali.

Daniel Bessa – Kevin Lasagna (Verona): a pochi minuti dal triplice fischio del match contro il Napoli, sul punteggio di 1-1, i due giocatori finiscono anzitempo negli spogliatoi lasciando la loro squadra in nove. Nonostante, l’inferiorità numerica gli Scaligeri strappano un punto preziosissimo, ma Tudor dovrà fare a meno del centrocampista e dell’attaccante nella prossima gara di campionato.

Norbert Gyomber (Salernitana): prestazione no per il difensore ungherese quella contro la Lazio. Così come i colleghi di reparto, Gyomber non è mai riuscito a contenere le iniziative offensive dell’attacco biancoceleste. Ad influire sul voto negativo in pagella anche un cartellino giallo rimediato nel corso del match.

Jean-Victor Makengo (Udinese): il giovane centrocampista si fa rispedire negli spogliatoi ad un minuto dal 90’ nella gara vinta dai bianconeri per 3-2 in rimonta contro il Sassuolo. Su un tentativo di contropiede, Makengo ferma irregolarmente un avversario e l’arbitro senza esitare gli mostra il secondo giallo e di conseguenza il rosso.

Leggi anche —> Serie A 2021/2022: calendario, risultati e classifica aggiornati

Kevin Lasagna
Kevin Lasagna (Getty Images)

L’appuntamento con la prossima gara di campionato è tra due settimane, nel weekend tra il 20 ed il 22 novembre. Ora spazio alle Nazionali per le ultime gare di qualificazione al Mondiale.