Tensione al confine Ucraina-Russia: il vertice tra Biden e Putin

Washington irrompe nella questione di Kiev: il summit di martedì (7 dicembre) tra il presidente degli Stati Uniti e il leader della Federazione Russa.

Tensione al confine Ucraina-Russia: il vertice tra Biden e Putin
I presidenti Putin e Biden (Getty Images)

Questo martedì, 7 dicembre, è avvenuto l’incontro virtuale tra il presidente degli Stati Uniti e il leader della Federazione Russa. Il delicato vertice bilaterale Biden-Putin discuterà sulla questione dell’Ucraina e sulle reali intenzioni del capo del Cremlino. Secondo le ultime informazioni, gli USA e i loro alleati occidentali sospettano che Mosca voglia invadere le frontiere dell’ex satellite ucraino, come nel 2014.

NON PERDERTI ANCHE >>> Patrick Zaki è libero: il ricercatore sarà scarcerato, ma non assolto

Quali sono le reali intenzioni della Russia?

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> La casa degli orrori: rinvenuti 100 gatti morti nella dimora di un pensionato

I sospetti non sono privi di contenuto. La preoccupazione internazionale ha fondazione empirica e si è acuita a seguito del dispiegamento da parte della Federazione Russa di una smisurata quantità di soldati al confine con la vicinissima Ucraina. L’informazione trova conferma nelle recenti immagini satellitari, i cui scatti mostrano l’effettiva mobilitazione di truppe, nonché raccolta e assemblaggio di materiale di equipaggiamento militare, compresi i carri armati. Secondo le ultime dichiarazioni di un un alto funzionario statunitense citato dal Washington Post, la Russia sta programmando un’offensiva prevista per il 2022: il progetto coinvolge circa 175.000 soldati.

La tensione è altissima in Ucraina che, a 7 anni dall’annessione della Crimea da parte della Russia e dallo scoppio della guerra del Donbass nell’Est del Paese, vede ancora una volta la presenza della minaccia russa sul territorio. Inizialmente definita come “rivolta dell’Ucraina orientale“, il conflitto tra Kiev e i separatisti filo-russi è ancora in corso. Scoppiata il 6 aprile 2014, la guerra ha provocato oltre 13.000 morti. Dall’altra parte del confine, Mosca ha più volte negato le intenzioni belliche, accusando i Paesi occidentali di aumentare le “provocazioni” nei suoi confronti.

Secondo il parere degli esperti, la Federazione Russa mira a dissuadere Kiev dall’idea di diventare futuro membro della NATO. La preoccupazione internazionale trova piena condivisione nella Casa Bianca. Nello specifico, Joe Biden teme che Putin voglia non solo impedire all’Ucraina di aggregarsi alla NATO, ma soprattutto allentare sensibilmente i suoi rapporti con l’Occidente, specialmente quelli economici e militari, per garantire un ritorno effettivo dell’influenza di Mosca.

Tensione al confine Ucraina-Russia: il vertice tra Biden e Putin
Putin e Biden di spalle (Getty Images)

Di fronte a una potenziale aggressione da parte dell’Ucraina, Washington ha promesso “sostegno militare” all’Ucraina e “forte sanzioni economiche” contro Mosca.