Travolge e uccide un pedone, gli era stata sospesa la patente: arrestato

La tragedia si è consumata intorno nella notte tra sabato e domenica lungo la Statale, all’incrocio con via Guasto, Gravedona.

ravolge e uccide un pedone, gli era stata sospesa la patente: arrestato
Ambulanza (Getty Images)

Tragedia lungo la Statale a Gravedona, sul lago di Como, dove un pedone è stato travolto e ucciso da un’auto. La vittima, un uomo di 64 anni residente Musso, è morto nella notte tra sabato 22 e domenica 23 gennaio. Era scoccata da poco la mezzanotte, quando un 26enne lo ha investito all’incrocio con via Guasto. Rimasto a sua volta ferito nell’incidente, il conducente del veicolo è stato arrestato dalla squadra locale dei Carabinieri con l’accusa di omicidio stradale.

NON PERDERTI ANCHE >>> Travolto da un tronco d’albero sotto gli occhi dei familiari: morto 19enne

Il 26enne non poteva circolare: gli era stata sospesa la patente

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da como_lake_addict (@como_lake_addict)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Incidente sul lavoro, muore titolare di un impianto di risalita 

La notizia trova conferma nel quotidiano La Provincia di Como. Stando a quanto si apprende dal notiziario locale, l’incidente è avvenuto nel cuore della notte lungo la Statale Regina, in prossimità del ponte che attraversa il torrente Liro. La vittima, un pensionato di 64 anni originario di Musso, è stato travolto dall’auto in corsa. Il veicolo, una Subaru Impreza appartiene a un ragazzo di 26 anni domiciliato in provincia di Pordenone. Secondo le dinamiche riportate dalla fonte ufficiale, il pedone è stato letteralmente catapultato nel corso d’acqua. Vani i tentativi di soccorso da parte: il passante non ce l’ha fatta ed è stato dichiarato morto del personale medico-sanitario.

I primi accertamenti riferiti dalle autorità competenti confermano che al momento dell’incidente il giovane era a bordo della vettura del padre; un’auto che non era abilitato a condurre perché la patente gli era stata sospesa per guida in stato di ebbrezza. All’evidenza dei fatti, il provvedimento non è stato sufficiente. Il nuovo esito dei test è chiaro: l’automobilista è risultato positivo sia all’alcoltest sia all’utilizzo di sostanze stupefacenti (cannabinoidi). L’indagato per omicidio stradale è stato ricoverato all’ospedale più vicino per le lievi ferite riportate nell’incidente. In seguito è stato arrestato: la sua patente resta in attesa di revisione.

 

ravolge e uccide un pedone
Carabinieri (Getty Images)
La vittima è stata travolta all’uscita di una curva: il 64enne era uscito dalla pizzeria dove lavorava come dipendente per buttare la spazzatura.