Dramma in carcere: giovane detenuto si sucida in cella

Nella giornata di ieri, un detenuto di 25 anni si è tolto la vita impiccandosi in cella all’interno del carcere Ucciardone di Palermo. Indagano i carabinieri.

Un giovane detenuto di 25 anni si è tolto la vita in cella impiccandosi. La tragedia si è consumata ieri nel carcere Ucciardone di Palermo, dove il 25enne stava scontando una condanna definitiva a 3 anni e 8 mesi.

Carcere
(Getty Images)

A trovarlo esanime il personale del carcere che ha chiamato i soccorsi, i quali giunti sul posto non hanno potuto fare altro che appurarne la morte. Avviate le indagini per chiare quanto accaduto e risalire alle ragioni che abbiano spinto il giovane a compiere un simile gesto.

Palermo, dramma nel carcere Ucciardone: detenuto di 25 anni si sucida in cella

Carabinieri
(Federico – Adobe Stock)

Tragedia nella giornata di ieri, martedì 8 febbraio, all’interno del carcere Ucciardone di Palermo. Un detenuto di 25 anni, di cui non è stata resa nota l’identità, si è tolto la vita in cella. A riportare la notizia la redazione di Palermo Today.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidente sulla statale: 56enne muore mentre va a lavoro

Stando a quanto appurato, il giovane, che era stato condannato in via definitiva a 3 anni ed 8 mesi per delle rapine a degli esercizi commerciali, si sarebbe impiccato stringendosi un lenzuolo attorno al collo nella cella d’isolamento dove si trovava detenuto. A lanciare l’allarme sarebbe stato il personale della casa circondariale che ha fatto la tragica scoperta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Malore durante un giro in mountain bike: muore carabiniere di 54 anni

Sul posto è intervenuto lo staff sanitario che ha provato a rianimare il 25enne, ma purtroppo ogni tentativo è stato inutile. Alla fine i medici si sono arresi dichiarandone il decesso. Intervenuti anche i carabinieri del capoluogo siciliano che hanno attivato le indagini ed eseguito tutti gli accertamenti del caso. I militari dell’Arma stanno ora cercando di capire cosa possa aver spinto il detenuto a compiere il gesto estremo.

La salma del giovane, scrive Palermo Today, è stata trasferita presso il Policlinico di Palermo, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria che potrebbe, nelle prossime ore, stabilire l’esame autoptico.

IL FUNERALE DI MONICA VITTI, INTERVISTA AD ELEONORA GIORGI

Impostazioni privacy