Fedez dopo l’annuncio sulla malattia: demielinizzazione, il suo percorso ed il pericolo sclerosi multipla

Perché Fedez parla di malattia? In cosa consiste la demielinizzazione? La sua spiegazione del percorso da intraprendere e i suoi rischi.

Soltanto due giorni fa, il 17 marzo 2022, Fedez ha tenuto a condividere con i suoi 13,5 milioni di follower sul Instagram un messaggio che ha toccato in pochi istanti corde delicate riguardo alla sua persona. Il rapper e showman, che da poco aveva presentato al suo pubblico la seconda stagione di “Lol – Chi ride è fuori“, ha scoperto di essere malato.

Fedez malattia demielinizzazione sclerosi multipla
Fedez (Instagram @theferragnezfanpage.it)

Il discorso sulla malattia di Fedez è stato trasmesso da lui in prima persona attraverso una lunga storia, dove ha accennato al percorso che adesso dovrà affrontare. “Sono qua per dirvi che purtroppo mi è stato trovato un problema di salute“, ha ammesso l’artista trentaduenne di origini milanesi. Una difficile scoperta a cui rapportarsi in questo momento, ma che però, “per fortuna“, spiega ai suoi fan, si è rivelata “con grande tempismo“. Tale scoperta, ora, “comporta un percorso“, spiega Fedez. “Un percorso importante che dovrò fare e che mi sento di raccontare“.

Fedez dopo l’annuncio sulla malattia: demielinizzazione, il suo percorso ed il pericolo sclerosi multipla

Fedez malattia demielinizzazione sclerosi multipla
Fedez e la sua famiglia (Instagram @leo.vitto.ferragnez)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Paolo Bonolis perde le staffe davanti a tutti: “fatti i caxxi tuoi”. Clamoroso ad Avanti un altro

Secondo quanto venuto alla luce dopo il suo ritorno dalla Ville Lumière, con i membri della sua bellissima famiglia al completo, Fedez sarebbe affetto da una patologia che riguarda la demielinizzazione. Ovvero, la perdita delle guaine mieliniche che hanno il compito di ricoprire i prolungamenti delle cellule nervose.

La preoccupazione iniziale resta senza dubbio quella che coincide con il rischio che questa patologia possa sfociare nel suo processo di evoluzione. Ma, vista anche la repentinità con cui si è palesata la sua scoperta, azioni mirate potrebbero evitare con grande probabilità di favorire danni maggiori e irreversibili, e che potrebbe invece presentarsi come risposta ad una mancata cura nel corso del tempo.

Si auspicherebbe, dunque, come speranza più grande e forse anche come primario obiettivo dei medici che seguiranno il percorso dell’artista, quella di riuscire ad indurre con il necessario apporto di energie su più fronti alla stessa regressione della malattia. La regressione potrebbe avvenire, infatti, grazie all’indotta o spontanea facoltà della guaina mielinica di rigenerarsi tornado ad adempiere così tutte le sue funzioni in maniera naturale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Cosa le è successo?”. Sophie Codegoni, il cambiamento dopo il GF Vip FOTO

Ad ogni modo, il processo di demielinizzazione, indica generalmente la fase iniziale della sclerosi multipla. Tale condizione patologica indebolisce il sistema immunitario sino ad attaccarsi ad organi principali dell’apparato umano. Fra questi il cervello, e i nervi ottici oppure il midollo spinale.