Trovato il cadavere carbonizzato: l’agghiacciante scoperta in un terreno

Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato rinvenuto a Lettere (Napoli) in prossimità di un terreno agricolo: indagano i carabinieri.

Agghiacciante scoperta quella effettuata nella serata di ieri in un terreno ad uso agricolo di Lettere, piccolo comune in provincia di Napoli. Nei pressi di via San Paolo i carabinieri avrebbero rinvenuto il corpo carbonizzato di un uomo.

Napoli cadavere carbonizzato uomo terreno
(Massimo Percossi – Ansa)

La vittima pare sia stata identificata. Si tratterebbe di un 34enne residente ad Angri. Un’informazione che, però, è ancora in fase di conferma. Sulla salma è stato disposto l’esame autoptico.

Napoli, rinvenuto in un terreno il corpo carbonizzato di un uomo: indagini in corso

Napoli cadavere carbonizzato uomo terreno
(ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Tragedia a Lettere, piccolo comune in provincia di Napoli. Il corpo carbonizzato di un uomo è stato rinvenuto in via San Paolo nei pressi di un terreno ad uso agricolo nella serata di ieri, mercoledì 30 marzo.

La salma subito dopo il ritrovamento, riportano i colleghi della redazione di Today, sarebbe stata trasferita all’obitorio di Castellamare di Stabia dove adesso il medico legale opererà per comprendere le effettive cause del decesso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ragazzo trovato morto in un container: i primi risultati dell’autopsia

Stando a quanto sino ad ora trapelato la vittima sarebbe un uomo di 34 anni residente ad Angri, provincia di Salerno. Al momento sconosciute le cause della morte e la dinamica dell’accaduto.

A seguito del rinvenimento, è stato contattato il magistrato di turno, il sostituto procuratore Bianca Maria Colangelo di Torre del Greco. I carabinieri di Castellammare di Stabia, coordinati dal Pm, stanno battendo ogni pista non escludendo alcun tipo di ipotesi. Dal gesto volontario al possibile omicidio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Si accascia improvvisamente al supermercato: donna muore mentre fa la spesa

Da una prima ispezione cadaverica, tuttavia, scrive Today, pare che sul corpo non sarebbe presente alcun segno di violenza. Circostanza che, ovviamente, potrà essere confermata solo all’esito di ulteriori accertamenti che la procura disporrà nelle prossime ore.

Attualmente la salma è nelle disponibilità dell’autorità giudiziaria la quale, prima, dovrà cercare di comprendere se effettivamente possa trattarsi del 34enne di Angri. Non sono trapelate informazioni su eventuali altri elementi determinante. Vige il massimo riserbo sull’accaduto.