Tragedia a bordo nelle acque del Giappone, battello affonda: 10 vittime

10 morti su 26 occupanti confermati dall’ultimo bollettino relativo al naufragio del battello turistico al largo di Hokkaido.

Tragedia al largo delle coste nipponiche. Sono 10 le vittime confermate nell’ultimo bollettino relativo al naufragio del battello turistico al largo di Hokkaido. Il dramma si è verificato questo sabato, 23 aprile. “Confermiamo la morte di tutte e dieci le persone” rinvenute dopo l’affondamento dell’imbarcazione Kazu I, ha riferito all’Agence France Presse il portavoce della guardia costiera, aggiungendo il prosieguo delle attività di ricerca dei 16 restanti dispersi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jawa Pos (@jawapos)

NON PERDERTI ANCHE >>> Elezioni Francia, una settimana al secondo turno: le ultime novità

Affonda battello turistico in Giappone: le parole del portavoce

Tragedia a bordo nelle acque del Giappone, battello affonda: 10 vittime
Tragedia a Hokkaido (Ansa)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Malore improvviso in auto: giovane padre muore in ospedale

Stando a quanto rivelato dal portavoce della guardia costiera, la causa della tragedia è stato il maltempo. “Era chiaro che le condizioni del mare sarebbero peggiorate, avevo vivamente sconsigliato la navigazione quel giorno.” Secondo il comunicato ufficiale, l’imbarcazione trasportava a bordo 26 turisti. La tragedia è avvenuta intorno alle ore 13:13; orario della segnalazione da parte dei membri dell’equipaggio alla squadra di soccorso marino. Il messaggio inviato era chiaro: il battello stava affondando, la sua prua era già inclinata di 30 gradi.

Per raggiungere la barca Kazu I la guardia costiera ha impiegato circa tre ore. Il bollettino delle vittime sale a 10. La stima è tuttavia provvisoria e potrebbe aumentare col passare delle ore. Proseguono le attività di ricerca, via mare e via aerea, dei restanti 16 dispersi. Mobilitata sia la guardia costiera sia le forze di autodifesa giapponesi (SDF) e pescatori locali. Al momento della tragedia l’imbarcazione trasportava a bordo 24 passeggeri, tra questi anche 2 bambini, 2 membri dell’equipaggio.

Stando a quanto si apprende dai principali media internazionali, tutti gli occupanti indossavano i giubbotti di salvataggio; ma onde alte e forte vento lasciano poco spazio alla speranza. “Ci si aspettava che le onde diventassero sempre più alte. Non avrei preso il mare in queste condizioni “, ha precisato all’agenzia Kyodo un operatore del servizio turistico locale.