Conad, tv in regalo? Attenzione a quello che gira in rete, cosa c’è di vero

Una nuova truffa con fittizio marchio Conad sta circolando in rete proprio in questi giorni. Ecco come sventare l’inganno in semplici mosse. 

Nel corso delle ultime settimane alcuni benevoli paladini della rete si sono resi conto dell’esistenza di una pericolosa truffa. L’inganno in questione sarebbe stato creato ad hoc da malintenzionati e in seguito portato avanti con successo grazie, per lo più, all’utilizzo illecito del marchio Conad.

Conad tv regalo truffa attenzione
Conad (Instagram @conad)

L’inserto, ora identificato sotto una forma non troppo sofisticata di Phishing, avrebbe attirato una vasta quantità di inconsapevoli utenti fino a questo momento. Le vittime si sarebbero lasciate incuriosire da una serie di offerte legate alla “fortuita” svendita di alcuni televisori, presentati al pubblico come di seconda mano ma attualmente ancora in buone condizioni.

Conad, tv in regalo? Attenzione alla nuova truffa in rete: ecco come sventarla

Conad tv regalo truffa attenzione
TV (Instagram @samsungtv)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Primark, nuovo annuncio: sorpresa per i clienti nel posto più bello. Ecco dove

Stiamo eliminando alcuni televisori che non possiamo più vendere. Ne vuoi uno?“, recita in tal modo l’incipit del fittizio annuncio apparso in rete.

Dunque, qualora vi dovesse capitare di imbattervi in un invito di tal genere, e con tanto di artefatto punto Conad sullo sfondo dell’inserto, siete invitati a diffidare immediatamente di tale proposta.

O quanto meno, di fronte a simili offerte, a recarvi con anticipo sul sito ufficiale del rivenditore, ancor prima di effettuare qualsivoglia operazione di acquisto o di registrazione.

La pagina web legata alla truffa, pertanto, non ha nulla a che vedere con la nota catena di supermercati. Ma avrebbe utilizzato, in questo caso, il nome del marchio Conad esclusivamente con il fine di attirare quanto più possibile l’attenzione dei malcapitati. Per rendere ancor più verosimile la proposta, il phishing in questione, si è affidato all’utilizzo di immagini terze. Spesso provenienti da fonti diverse tra loro e ciascuna di esse raffigurati una grande varietà di display.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maria De Filippi non sbaglia un colpo. Battuto l’avversario più temibile

Lo sfortunato utente, dopo aver cliccato sull’annuncio privo di spunta blu di riconoscimento, sarà infatti invitato ad inserire in un’apposita finestra i suoi dati personali oppure le sue coordinate di pagamento, ritrovandosi infine con una spiacevole sorpresa.