Carolina Marconi delusa e amareggiata: “Voglio gli stessi diritti”

La storia di Carolina Marconi ha toccato tutti gli italiani. In molti si sono commossi ascoltando il suo racconto a Verissimo.

Carolina è un’attrice venezuelana molto talentuosa. In Italia è stato il Grande Fratello a permetterle di farsi conoscere dal pubblico che ha avuto modo grazie alla sua permanenza in casa, di scoprirla e ammirane la bellezza.

Carolina
Carolina (Instagram)

Carolina è riuscita a fare una bellissima carriera, l’attrice ha preso parte a diversi film italiani ed in ogni sua apparizione, tutta l’attenzione è sempre stata conquistata dalla sua bellezza e dal talento e la passione che traspare quando recita un copione. Durante un’intervista con Silvia Toffanin a Verissimo, Carolina ha raccontato la sua malattia, un tumore che le ha scombussolato la vita. Al suo fianco durante tutto questo percorso delicato c’è sempre stato il suo fidanzato, l’ex calciatore Alessandro Tulli colui che le ha tenuto la mano nei momenti più duri. Il suo racconto ha emozionato tutti e dopo diverso tempo, tra cure e terapie, Carolina è ritornata da Silvia per dare a tutti una notizia meravigliosa: “Sono guarita”.

Carolina Marconi si batte per il diritto all’oblio oncologico

Carolina e Alessandro
Carolina e Alessandro (Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Fisico mozzafiato”: Belen Rodriguez, scopre le curve da urlo. In bikini fa viaggiare la fantasia – FOTO

Carolina ha raccontato della sua battaglia per riuscire a diventare mamma. Adottare un figlio, richiedere un mutuo per una persona che in passato ha avuto un tumore, è una vera lotta.

La Marconi ha organizzato una campagna di comunicazione ovvero “Io non sono il mio tumore” e attraverso quest’ultima si batte con tutta se stessa per potersi costruire un futuro luminoso uguale a quello di tutte le altre. “Io e Alessandro abbiamo scoperto di non poter adottare”, ha inoltre raccontato Carolina mostrandosi triste riguardo i troppi limiti previsti dal Paese per coloro che hanno avuto un tumore. Secondo la modella, non è cosi che si tutela la vita di un minore, lasciarlo in casa famiglia non è la soluzione più adatta, la cosa giusta da fare sarebbe quella di poter dare due genitori ad un piccolo ometto o ad una splendida principessa e ad una donna e ad un uomo, la gioia di diventare genitori. Alla luce di questo, per un Paese pronto al cambiamento, questi sono i primi miglioramenti che bisogna mettere in atto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carlotta Mantovan, la vita va avanti inesorabilmente: la passione per un’altra cosa per la vedova di Fabrizio Frizzi