Bioterapia nutrizionale: la biodisponibilità alimentare per il benessere psicofisico

La bioterapia nutrizionale è la scienza che studia la biodisponibilità degli alimenti, vale a dire il loro potere farmacologico per la salute del corpo umano.

L’uomo è quel che mangia.”, il celebre motto di Feuerbach è ancora verità attuale. Il benessere psicofisico dipende dalle nostre abitudini e dal nostro atteggiamento a tavola. Condurre uno stile di vita sano, caratterizzato da dinamicità e movimento, è l’ideale per mantenersi in salute; ma la maggior parte dei benefici non arriva solo dalla semplice attività motoria: la differenza è a tavola. Prediligere alimenti genuini, preferibilmente non industrializzati o raffinati, rappresenta un passo significativo verso la salute a lungo termine.

Bioterapia nutrizionale: la biodisponibilità alimentare per il benessere psicofisico
Spaghetti (Pixabay)

Adottare un comportamento più consapevole a tavola può fare davvero la differenza: consumare i giusti alimenti può sostenere il corretto funzionamento dell’organismo, tenendo lontane malattie. La metodica nutrizionale che si occupa dello studio alimentare in funzione preventiva contro patologie e malesseri prende il nome di bioterapia nutrizionale: scopriamo insieme di cosa si tratta.

NON PERDERTI ANCHE >>> Benessere a tavola: tutte le proprietà benefiche della mela

Bioterapia nutrizionale: la biodisponibilità dell’alimento a scopo preventivo

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Benessere a tavola, colazione: 7 alimenti poco salutari da evitare

Come lascia intendere il nome, la bioterapia nutrizionale è una metodica scientifica che si occupa dello studio e della ricerca della biodisponibilità alimentare e dei metodi di cottura. Lo scopo principale delle tecniche bioterapiche è raggiungere un quadro esaustivo con riferimento al potere farmacologico degli alimenti, la cui consumazione è finalizzata alla prevenzione di malattie o altre patologie. Tutta a favore del benessere del corpo umano, questa nuova scienza detta le norme per star bene grazie all’adozione di abitudini sane e consapevoli a tavola.

Tra i principali obiettivi rientra il miglioramento o la riduzione dei sintomi di un disturbo o di una patologia, o ancor meglio, prevenirla seguendo un determinato regime alimentare. Stando alle prescrizioni della bioterapia nutrizionale, ogni alimento rappresenta un potenziale farmacologico adatto a contrastare o prevenire specifiche insorgenze patologiche a livello fisico e mentale proprio grazie agli alimenti e ai loro principi attivi psicometabolici; ma come funziona la bioterapia nutrizionale? La terapia funziona per associazione alimentare: la combinazione sinergica di più alimenti favorisce condizioni ottimali per contrastare squilibri fisici o mentali.