Blanco sconvolge i fan, dopo l’Eurovision il sogno più grande: “Se potessi tornare indietro…”

Il cantante bresciano intervistato sulla piattaforma di Rai Play ha dichiarato il suo sogno nel cassetto più grande, oltre la musica c’è anche altro…

Assieme al suo partner in crime si è aggiudicato un meritatissimo sesto posto alla finale dell’Eurovision Song Contest tenutosi sabato sera al Pala Alpitour di Torino.

Blanco confessione choc sogno personale
Blanco (Instagram)

Riccardo Fabbriconi, in arte Blanco, e Mahmood hanno fatto cantare ed emozionare con la loro ‘Brividi’ che dopo “Sanremo 22” è tra le canzoni più passate in radio negli ultimi mesi.

Termina questa meravigliosa esperienza per i due amici che hanno dato filo da torcere ai colleghi europei ma che pare però abbiano già in programma nuovi progetti per il loro florido futuro come solisti.

Mentre Mahmood proseguirà la sua carriera come cantante e paroliere, Blanco invece ha la testa altrove, su altri fronti, come lui stesso ha confessato durante l’intervista rilasciata sulla piattaforma di Ray Play poche ore prima dell’inizio del contest.

Blanco spiazza tutti, la frase sulla Roma è un tuffo al cuore. Da non crederci

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BLANCO🇮🇹 (@blanchitobebe)

Al giornalista che gli ha chiesto quale sarebbe il suo sogno più grande, Blanco non ha infatti risposto qualcosa in termini di programmi musicali, ma piuttosto un rammarico che ha e che se potesse tornare indietro nel tempo amerebbe soddisfare in quanto tifoso della Roma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Maneskin, impazza il gossip: “Romantic dinner”, il VIDEO fa il giro del mondo

Se potesse scegliere, “tornerei al 2002 per vedere la Roma vincere lo scudetto”. Mahmood non si aspettava tale risposta ed è rimasto un po’ spiazzato, infatti l’espressione apparsa in video ha raccontato il pensiero di tutti quelli che in quel momento seguivano l’intervista.

Questo si spiega perché Blanco molto giovane giocava nelle giovanili della Feralpi Salò ed era chiamato Fabbro dai compagni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Arisa lo fa sul prato e qualcuno se ne accorge: “Ah è una storia” – VIDEO clamoroso

Dal calcio alla musica non è certo stato facile ma la passione calcistica non si scorda così facilmente! Il cantante classe 2003 è nato troppo tardi per vedere vincere la Roma, quindi ora si consola osservando Mourinho e tifa a squarcia gola per lui sperando in un nuovo successo nazionale.