Lavoro 2022, le proposte ci sono ma mancano i candidati: il motivo

C’è chi cerca lavoratori dipendenti ma questi non si lasciano provare: come mai? Scopriamo insieme i motivi, tutti i dettagli della questione

Nonostante il periodo delicato che stiamo vivendo dove il caro bollette e il rincaro dei prezzi continuano a fare preoccupare i cittadini, c’è chi è alla ricerca di lavoratori dipendenti per una stagione o per proporre un contratto stabile e duraturo.

lavoro richiesta soldi
Lavoro (Pixabay)

Trovarli, però, sta risultando molto difficile nella maggior parte dei casi. Tra i più ricercati ci sono i camerieri, commessi, baristi. Ma qual è il motivo che blocca le persone a candidarsi e preferire la disoccupazione o il reddito di cittadinanza?

Lavorare sì ma a quale prezzo?

lavoro squadra salario
Lavoro (Pixabay)

Cristiano Fabris, imprenditore originario di San Donà di Piave, ha tentato di trovare una risposta alla domanda che molti proprietari di attività si pongono da qualche tempo. Ha aperto in Austria un centro benessere per uomini ed è alla ricerca di lavoratori, ma non ne trova.

L’apertura di Andiamo è prevista per il 28 maggio e l’imprenditore ha bisogno di receptionist, baristi e cuochi. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Primark lancia la nuova collezione: “Idea geniale” si resta senza fiato

Sono circa quindici le offerte di lavoro, ma è probabile che ci sia un’ulteriore richiesta di almeno 5 o 7 candidati da assumere intorno a luglio. Il fatto è che non ci sono molte candidature per adesso e l’apertura è sempre più vicina.

Così Fabris ha cercato di trovare un motivo a tale assenza, senza risultato. L’imprenditore ha affermato che I permessi sono in regola e la retribuzione è garantita per 14 mensilità.

Lo stipendio base varia dai 1500 ai 1700 euro. L’unica condizione necessaria è conoscere le lingue inglese, tedesca e italiana. Per alcune mansioni si parla anche di bonus che possono fare arrivare il salario a 2000 euro ogni mese.

Inoltre, i contratti prevedono un lavoro settimanale che va dalle 40 alle 42 ore con due giorni di riposo a settimana e un mese di ferie all’anno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Conad l’ha fatta “grossa”. Piovono critiche sul noto marchio: “Ma basta, non se ne può più”. Il motivo

Eppure, le candidature scarseggiano e l’imprenditore Fabris rischia di rimanere senza dipendenti per la stagione estiva. Un vero paradosso.