Dani White a Yeslife: “Amore e droga, vi racconto com’è nata MD/MA”

Manuel Danieli, in arte Dani White, si è raccontato ai nostri microfoni e ha presentato il suo ultimo singolo MD/MA.

Manuel Danieli nasce nella periferia di Milano, inizia la sua carriera circa 15 anni fa approcciando al genere rap e hip hop.

intervista dani white
Dani White (foto)

Inizia a pubblicare i primi singoli sul suo canale Youtube , intraprende nel 2015 un’esperienza con ”Sanremo band” e l’anno seguente viene scelto come concorrente di ”The voice of Italy” ma non percorre quella strada.

Nel 2019 partecipa a ”Sanremo Giovani” e arriva tra i primi 100 finalisti senza però accedere alle fasi finali.

Apre diversi concerti di famosi rapper italiani, tra cui Fedez, Tedua e molti altri.

Seguitissimo sui social, il 18 febbraio ha pubblicato il nuovo singolo MD/MA.

Oggi si racconta ai nostri microfoni e ci svela da cosa nasce il suo ultimo brano.

L’intervista a Dani White

Chi è Manuel Danieli e chi è Dani White?

La mia vita privata ed artistica trovano un punto d’incontro perché quello che sono nel mio privato lo riporto nel lato artistico. Ovvero la mia sensibilità, la mia trasparenza, la mia creatività nasce da Manuel ma viene portata in Dani White, all’ennesima potenza.

Il tuo percorso artistico è iniziato circa 15 anni fa. Cosa ti ha avvicinato alla musica?

Mi sono avvicinato alla musica per l’esigenza di trasmettere ciò che provavo in determinate situazioni quindi la voglia di riuscire a comunicare alle persone e magari farle rispecchiare nelle situazioni che stanno vivendo attualmente o che possono aver vissuto in passato.

Cosa significa per te fare musica?

E’ stato subito un imprinting devastante, qualcosa di magico. Se mi togli la possibilità di fare musica e quindi di esprimermi, io muoio. Per me la musica è vita, ad oggi e da sempre.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ———-> Gazosa sono tornati. A YesLife: “Il nostro sogno è tornare a Sanremo”

Quali esperienze ti hanno segnato in positivo e in negativo?

Sono state molteplici le situazioni che mi hanno colpito sia nel lato artistico che nel lato umano ma ritengo che siano arrivate nel momento giusto e fino al punto giusto nella mia vita perché mi hanno fatto crescere tantissimo a livello umano ed artistico. Quindi porte in faccia o situazioni spiacevoli hanno fatto sì che forgiassero la mia arte e il mio carattere. Sono contento perché è proprio da questo che avviene una crescita enorme.

Da cosa nasce il tuo ultimo singolo MD/MA e che significato ha?

Questo brano è nato dall’esigenza di parlare della dipendenza che provoca l’amore e la dipendenza che provoca la sostanza stupefacente. Ho toccato un tasto delicato perché toccare le due cose non è molto semplice però secondo me, e secondo i risultati che stiamo avendo anche sui social, sono riuscito a farlo perché l’idea era quella di lanciare una similitudine che deriva dalla dipendenza di quando si è innamorati di una persona e quindi un amore tossico e la dipendenza dalla droga che più ne hai più ne vuoi, un po’ come l’amore. Il titolo e l’argomento è nato dalle mie fanpage o dalle mie fan che mi scrivevano in direct che la mia musica per loro era come una droga quindi ho voluto racchiudere tutte queste similitudini in questa canzone.

Qual è il messaggio che vuoi mandare ai tuoi fan più giovani?

In quasi tutte le canzoni voglio trasmettere un senso di rivalsa, trovare un rifugio per superare attimi difficili e trovare frasi a effetto che colpiscano e che possano utilizzare nella loro vita quotidiana. Spesso succede perché sui social ci sono molti miei fan che estrapolano una frase e la pubblicano perché ci si rispecchiano. Poi ho un legame molto stretto con loro a cui tengo particolarmente, cerco spesso di rispondere a tutti e questo crea intimità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ———-> Laura Pausini – Piacere di conoscerti, l’altro lato dell’artista – INTERVISTA

Qual è il tuo sogno o il tuo progetto da realizzare?

Sicuramente di riuscire a far arrivare a più gente possibile la mia musica. Il sogno che ho sempre avuto, e che in un certo senso ho realizzato ma ci siamo fermati un pochino prima, è quello di salire sul palco di Sanremo e poi quello di avere un posizionamento nel panorama musicale più ampio per far riconoscere il mio lato artistico.

 

Impostazioni privacy