Chef stellato assume: “Stipendi fino a 1.900 euro” ma nessuno si presenta

Il settore della ristorazione piange personale. Si ricerca, tra gli imprenditori del settore, personale generico ma anche specializzato. La richiesta è molta ma nessuno si presenta ai colloqui.

E’ il settore ristorazione ad avere problemi nel trovare personale per la stagione. Anche un noto chef italiano si trova alla prova dei conti di questa situazione economica e sociale complessa. Da mesi, il titolare di un noto ristorante stellato di Lucca, il Butterfly, è alla ricerca di personale di sala e sommelier. Ma ai colloqui non si presenta nessuno e il celebre chef rischia di rimanere sotto personale.

ristorante stellato assume nessuno si presenta
(Pixabay)

Una richiesta di personale che cade nel vuoto. Il noto ristorante Butterfly dello chef Fabrizio Girasoli è alla ricerca da diverso tempo di personale per il proprio ristorante stellato. Secondo l’imprenditore però il motivo dell’assenza di personale potrebbe essere derivato da diversi fattori, tra cui l’influenza sui giovani di TV e stampa.

“1600 euro per un cameriere e 1900 euro per un sommelier”

ristorante stellato assume nessuno si presenta

(Pixabay)Lo chef Girasoli si confida quindi ai microfoni del Corriere della Sera, come riporta Leggo. “Offriamo un lavoro stabile, assicurato e ben retribuito, ma non ci sta scrivendo nessuno, se non poche persone senza qualifica. Ovvero che non hanno mai lavorato in un ristorante. Stiamo offrendo 1.900 euro al mese per il futuro sommelier del locale e 1.600 euro al personale di sala, ma nessuno sembra veramente interessato”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto finisce in un dirupo: morto un ragazzo di 18 anni, gravi due amici

Un paradosso che in tempi di crisi economica come questi che diventa un caso mediatico. Le ragioni dell’assenteismo di personale adeguato alle richieste sono diminuite sia per effetto della pandemia che ha portato ad un cambiamento di pensiero nelle persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Macabra scoperta vicino il torrente: trovato il cadavere di una donna

Anche la stampa e la TV sarebbe responsabile di una cattiva informazione riguardo i gestori di locali e ristoranti. Secondo lo Chef del Butterfly infatti: “Grazie ai tanti programmi tv di settore quella dello chef è diventata una figura che attira interesse e curiosità da parte del pubblico. Quello del cameriere invece appare quasi come un lavoro che chiunque può svolgere, anche senza preparazione, ma non è affatto così: dalla cucina può uscire il piatto più buono e ricercato del mondo, ma senza l’adeguata presentazione ai clienti al tavolo perde la metà del suo valore” ha riferito come riporta Leggo.