Anziano salva 4 bambini in mare e poi muore per un malore

Un atto di altruismo che finisce in disgrazia. Un uomo di 82 anni si tuffa in acqua per salvare quattro bambini. L’anziano, dopo averli portati in salvo, accusa un malore, si accascia e muore. Sul posto il 118, la polizia locale, i vigili del fuoco con i sommozzatori e la capitaneria di porto.

La stagione estiva appena iniziata ha già provocato, purtroppo, diverse morti. Bruno Padovani, 82 anni, si trovava in vacanza con la figlia, quando davanti a lui alcuni bambini si tuffano in mare, rischiando di annegare. Dopo averli soccorsi, però, l’uomo tornato sul bagnasciuga accusa un malore, probabilmente sopraggiunto per lo sforzo fisico, morirà poco dopo.

Morto uomo per salvare bambini in mare
Foto di Marzena P. da Pixabay

È accaduto a Ravenna, tra Lido Adriano e Punta Marina, sicuramente dopo le 18:30, orario in cui si interrompe il servizio di salvataggio della spiaggia: quattro bambini di origini magrebine, tutti con una età compresa tra gli otto e i dieci anni, arrivano allo stabilimento e, incuranti delle onde e della bandiera rossa, si buttano in acqua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Ragazza di 22 anni precipita dal balcone e muore: era al quinto mese di gravidanza

Ben presto, non riuscendo a reggere la corrente e il mare mosso, iniziano a gridare, così IN molti degli ospiti del lido accorrono a riva e poi in loro soccorso tuffandosi. Tra questi anche l’uomo di 82 anni, vacanziere proveniente dalla provincia di Verona, che dopo averne portato in salvo uno si è accasciato sul bagnasciuga per un malore, forse sopraggiunto per la troppa fatica fisica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Uccisa ad Haiti suor Luisa Dell’Orto. Il cordoglio del Papa e della Farnesina

Anziano salva un bambino che sta annegando e poi muore per un malore
Foto di Picography da Pixabay

La figlia, con cui stava trascorrendo la vacanza, era andata a chiamare in aiuto una loro amica, una donna esperta di nuoto, ma al suo ritorno il padre aveva già perso i sensi. La stessa sorte è toccata ad un altro turista, un uomo bergamasco, che però si è ripreso dopo l’affanno post salvataggio. Svariate le unità di soccorso: oltre al 118 e alla polizia locale, hanno presidiato la zona anche i vigili del fuoco con i sommozzatori e la capitaneria di porto.